Sassari- Olbia: arresti per accoltellamento e spaccio di droga

carabinieri notte covid

Questa notte, intorno alle ore 01, a Mores, una lite per futili motivi tra due abitanti, L.C., cinquantunenne, e M.S., quarantasettenne, è sfociata in un accoltellamento in cui entrambi hanno riportato ferite tali da richiedere il ricovero in ospedale.

Più grave risulta essere la situazione sanitaria di M.S., il quale è stato sottoposto ad intervento chirurgico per ricomporre le ferite ed è attualmente ricoverato in prognosi riservata presso l’Ospedale Civile di Sassari.

L’uomo è stato subito tratto in arresto dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bonorva, a suo carico si ipotizza il reato di tentato omicidio.

Lui stesso ha riportato ferite meno gravi ma è comunque trattenuto per accertamenti presso lo stesso ospedale, piantonato in stato di arresto dai militari dell’Arma.

advertisement

Proseguono le indagini a cura dei militari della Stazione Carabinieri di Mores e del N.O.R. di Bonorva per definire ulteriormente la dinamica dei fatti e le responsabilità, sotto la direzione della Procura della Repubblica di Sassari.

Ad Olbia invece, una persona è stata arrestata e due denunciate a piede libero per detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

I Carabinieri della Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Olbia, nel corso di controlli finalizzati alla repressione dello spaccio, mercoledì sera hanno arrestato un 40enne di origini cagliaritane residente a Loiri Porto San Paolo, già noto alle forze dell’ordine per precedenti specifici, e denunciato altre due persone, per detenzione ai fini di spaccio in concorso tra loro. 

I militari, durante un servizio di osservazione nelle vie segnalate per fenomeni criminali di questo genere, hanno individuato due uomini, noti alle forze dell’ordine per precedenti, che si muovevano con fare sospetto tra le auto in sosta nelle vie adiacenti a Via Vittorio Veneto. I militari hanno pertanto richiesto il supporto di una pattuglia della Sezione Radiomobile e proceduto al controllo dei fermati, trovandoli in possesso di involucri contenente marijuana e altra sostanza stupefacente.

Uno dei due, un olbiese 50enne, aveva in tasca anche un bilancino di precisione. I Carabinieri hanno così esteso gli accertamenti nelle abitazioni dei due, in una delle quali, quella di residenza della compagna del quarantenne (una impiegata olbiese di 45 anni) che lo stava attendendo in casa, rinvenendo quasi mezzo kilo di marijuana, 88 grammi di hashish e ben cinque bilance, tre di precisione, utilizzate per dosare le quantità e preparare le confezioni.   

Il secondo uomo invece aveva con sé 15 gr. di marijuana, 11 di hashish, oltre 8 grammi di cocaina, nonché un bilancino di precisione. 

Per il 40enne si è proceduto all’arresto, poi accompagnato ai domiciliari. La donna ed il 50enne olbiese invece sono stati denunciati in stato di libertà. 

La convalida si è conclusa con la misura dell’obbligo di firma.