Pedras et Sonus: tappa a Pau per il festival musicale itinerante

Proseguono tra Parte Montis e Marmilla gli appuntamenti della quarta edizione di Pedras et Sonus, il festival itinerante organizzato dall’omonima associazione con la direzione artistica della musicista mogorese Zoe Pia.

Nella mattina di domani (sabato 21 agosto) la manifestazione farà tappa a Pau (Or), per un imperdibile incontro organizzato in collaborazione con il Museo dell’Ossidiana: alle 11 a tenere banco sarà la passeggiata nel Sentiero Nero dell’ossidiana(appuntamento riservato ai visitatori del museo) accompagnata dalle circle songs della cantante naturopata Maria Grazia Campus, con il prezioso contributo dell’archeologa Giulia Balzano, che guiderà i partecipanti lungo il percorso.

La sera, poi, sarà ancora la musica la grande protagonista del festival, a Siris (a una quindicina di chilometri da Pau), per una prima assoluta che vedrà esibirsi sul palcoscenico allestito nella piazza delle Botteghe Artigiane (alle 21.45) un inedito trio composto dal sassofonista e flautista Dario Cecchini, dal pianista e compositore Roberto De Nittis (in questa occasione al Feder Rhodes) e dal giovane talento berchiddese Nanni Gaias alla batteria. Una co-produzione, questa, in cui il festival Pedras et Sonus rafforza la sua collaborazione con il Festival Internazionale Time in Jazz di Berchidda, inaugurandone una nuova con il Conservatorio “Francesco Venezze” di Rovigo. A dialogare con gli artisti nello spazio dedicato alle Vetrine Sonore, ci sarà il giovane talento dell’arte grafica mogorese Roberto Pia.
Domenica 22 agosto un’altra grande signora del jazz italiano sarà protagonista nel territorio del Parte Montis: alle 21.45 nel suggestivo scorcio naturalistico del bosco del villaggio scomparso di Serzela, gli spazi dell’antica chiesa campestre di San Paolo di Gonnostramatza ospiteranno la cantante Ada Montellanico,accompagnata per l’occasione dal chitarrista Andrea Molinari.

INFO E BIGLIETTI

I concerti del Pedras et Sonus festival sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria nel sito www.eventbrite.it o contattando il numero 379 1579897; per accedere a ogni evento sarà necessaria l’esibizione del green passI posti a sedere saranno limitati e distanziati, nel rispetto delle norme anti-covid. Maggiori informazioni nei canali social del festival e attraverso il sito www.pedrasetsonus.it

IL FESTIVAL

Il festival Pedras et Sonus è organizzato dall’omonima associazione, con il sostegno dell’Unione dei Comuni Parte Montis, della Fondazione di Sardegna, di Corsica e Sardinia Ferries, dei Comuni di Ales, Curcuris, Gonnostramatza, Masullas, Mogoro, Pau, Pompu, Siris e Simala, in collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari – Corso in Produzione Multimediale, del Conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, Conservatorio “G. P. da Palestrina” di Cagliari, SIAE, Bar “La Fortezza”, Nuraghe Cuccurada, Grafik Art, Cantina “La Giara” di Usellus, Penty Pianoforti, Festival Internazionale Time in Jazz, Il Jazz va a Scuola, Alessandra Curreli – artigiana e designer, Fiera dell’Artigianato Artistico della Sardegna, Associazione Musicale Mogorese, F.A.S.I., I-Jazz, Caligola Record, Tiscali e Unica Radio.