La Fondazione Maria Carta incontra i sardi in Olanda

Il presidente Leonardo Marras è stato accolto dal presidente del Circolo "Amici Mediterranei" di Arnhem, Mario Agus

La Fondazione Maria Carta rafforza le relazioni con il mondo dell’emigrazione sarda nei paesi europei. Questa mattina ad Arnhem, città di 156 mila abitanti capoluogo della regione olandese della Gheldria (Gerderland), il presidente della Fondazione, Leonardo Marras, ha incontrato Mario Agus, presidente del locale Circolo sardo “Amici Mediterranei” e componente della Consulta regionale dell’emigrazione. «Tra gli obiettivi della Fondazione c’è quello, fondamentale, di conoscere e valorizzare la presenza dei sardi nella Penisola e all’estero», ricorda il presidente Marras, che ha donato ai soci del Circolo un’edizione speciale di un doppio cd con i canti della Sardegna interpretati da Maria Carta.

«Il legame con la Sardegna rimane molto forte. Con la Fondazione Maria Carta porteremo sicuramente avanti alcuni progetti», spiega Agus. Una collaborazione che già ora si concretizza grazie ad alcune foto di un concerto di Maria in Olanda, nella città di Sittard, nel 1974, realizzate dallo stesso presidente Agus e che faranno presto parte del patrimonio espositivo del Museo di Siligo dedicato alla grande artista scomparsa nel 1994 .

In Olanda esistono tre circoli riconosciuti, a Maastricht, Sittard e Arnhem, e ci sono 16 mila sardi, il gruppo più consistente di emigrati italiani.

advertisement

«I rapporti della Fondazione con il mondo dell’emigrazione sarda – conclude Marras – si sono consolidati nel tempo fino a diventare un’importante realtà, tanto che ogni anno, in occasione del Premio Maria Carta, attribuiamo un riconoscimento a un Circolo in Italia o in altri paesi».