Guardia Costiera salva 3 francesi rimasti incagliati a Nora

Alle prime ore del mattino la Guardia Costiera di Cagliari, al Comando del Direttore Marittimo Capitano di Vascello (CP) Mario Valente, ha coordinato un’operazione di soccorso a favore di 3 diportisti francesi, a bordo di un’imbarcazione a vela rimasta incagliata sul tratto di costa prospiciente il litorale di Nora.   

L’operazione S.A.R. è iniziata verso le 04.00 odierne, quando la sala operativa della Guardia Costiera cagliaritana ha ricevuto sul canale 16 VHF (canale internazionale di soccorso marittimo) il MAY-DAY lanciato da un’imbarcazione a vela di circa 10 metri battente bandiera spagnola rimasta incagliata nel tratto di costa di Nora. Stabilito un contatto con l’unità, gli occupanti sono stati invitati a mantenere la calma ed  indossare i giubbotti di salvataggio, mentre è stata immediatamente inviata sul punto la M/V CP 320, unità specializzata in attività di ricerca e soccorso, unitamente ad un mezzo dei VV.F.. 

Sotto il costante monitoraggio della Sala Operativa della Guardia Costiera, i diportisti sono riusciti a guadagnare la terra ferma utilizzando il tender di bordo, non richiedendo l’intervento di personale medico. In mattinata sono stati inviati in zona  un battello veloce ed una pattuglia terrestre, ed i militari intervenuti hanno confermato l’assenza di sversamenti di idrocarburi, circostanza facilitata dalla tipologia di unità.  

Sono in corso le operazioni di recupero ad opera di ditta specializzata, costantemente monitorate dalla Guardia Costiera di Cagliari che, nell’immediatezza, ha avviato l’inchiesta amministrativa prevista dal Codice della Navigazione per stabilire le dinamiche e le responsabilità del sinistro marittimo che, comunque, non ha causato danni all’ambiente marino.

advertisement

Il Comando della Guardia Costiera di Cagliari ricorda che, in caso di emergenze a mare, il numero blu da comporre è il 1530 sia da utenza fissa che cellulare, attivo h24 per garantire interventi immediati a tutela della salvaguardia della vita umana in mare e, via radio, il canale VHF 16.