Già ai domiciliari, denunciato per revenge porn

Stamattina a Chia i Carabinieri della Stazione di Pula hanno dato esecuzione a un’ordinanza che sostituisce la misura degli arresti domiciliari con quella della custodia cautelare in carcere. Il provvedimento è stato emesso dalla Seconda Sezione Penale della Corte d’Appello di Cagliari nei confronti di un 25enne residente a Cagliari ma domiciliato nella località citata, disoccupato con precedenti denunce a carico. L’uomo si trovava in regime di arresti domiciliari per i reati di atti persecutori e diffusione illecita di video dal contenuto sessualmente esplicito (REVENGE PORN), commessi in danno della ex compagna 22enne. Il provvedimento odierno scaturisce da ulteriori atti persecutori posti in essere dall’uomo nei confronti della propria ex. Dal momento che la misura si è rivelata non sufficiente a impedire ulteriori attività il disturbo da parte del giovane nei confronti della donna, la magistratura competente ha dovuto aggravare la misura cautelare volta ad impedire la prosecuzione di tali comportamenti.