Ferragosto a Cagliari: aperti luoghi d’arte e cultura con green pass

Ferragosto Cagliari

I luoghi d’arte e cultura della città di Cagliari, dopo la chiusura forzata per il lockdown, aprono le loro porte a turisti e cittadini.

Sono tante le possibilità per scoprire il patrimonio storico artistico del capoluogo sardo questo Ferragosto.  

“Le aperture dei luoghi della cultura e dei musei a Ferragosto oltre a rappresentare un importante segnale di rilancio della città, sono senz’altro un’occasione per ringraziare gli operatori dello spettacolo e il pubblico messi a dura prova dalla pandemia”, afferma l’Assessore alla Cultura, Spettacolo e Verde Pubblico, Maria Dolores Picciau.  

L’ondata di calore che sta colpendo la nostra isola, invita a godersi il mare ma anche i tanti centri culturali, con aperture straordinarie non consuete a metà agosto.

Ecco di seguito le proposte:

Alla Galleria Comunale d’Arte (dalle 10 alle 20) la Collezione Ingrao, raccoglie opere di artisti italiani del XIX e XX secolo, di cui ricordiamo Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Fortunato Depero, Giorgio Morandi, Gino Severini, Mario Mafai, Filippo De Pisis, Ottone Rosai e Mino Maccari. Nel rinnovato allestimento della Sala dedicata Francesco Ciusa, si riscopre il nucleo di gessi originali del Maestro realizzati tra il 1905 e gli anni Trenta del XX secolo, oltre ai dipinti di Giuseppe Biasi e Filippo Figari, Antonio Ballero e di Tarquinio Sini e al primo piano l’esposizione temporanea dedicata ad uno dei protagonisti della storia dell’architettura cittadina della prima metà del XX secolo: Ubaldo Badas.

advertisement

Al Palazzo di Città (dalle 10 alle 21) è in corso la mostra “Si aspetta la luna! Dialoghi tra i colori di Eva Fischer”: una retrospettiva che ripercorre attraverso circa 140 opere il percorso artistico e umano di Eva Fischer, l’ultima testimone della Scuola Romana del dopoguerra.

Il Museo d’Arte Siamese “Stefano Cardu” (dalle 10 alle 20) aspetta i visitatori che vorranno intraprendere un viaggio a ritroso nel tempo, come il collezionista Stefano Cardu che nel 1914 scelse di donare la raccolta di oggetti provenienti dal Siam e dal Sud est asiatico – una tra le più ricche e conosciute in Europa – alla sua città natale.

Alla Passeggiata Coperta del Bastione di Saint Remy (dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19) è visitabile “Ugo2”, la raccolta pubblica di Arte Contemporanea degli anni Sessanta e Settanta dei Musei Civici, tra le più ricche e complete in Italia.

Per tutti i Musei Civici la prenotazione è vivamente consigliata attraverso il sito nelle pagine dedicate:https://sistemamuseale.museicivicicagliari.it/

Ferragosto all’insegna dell’arte nei i Centri comunali d’arte e cultura di Cagliari: al Castello di San Michele una full immersion nell’opera di Pinuccio Sciola, al Ghetto si potrà visitare una esposizione che ricostruisce la storia dei viali alberati di Cagliari in maniera originale e inedita, mentre all’EXMA un tuffo nell’universo artistico del poliedrico Giorgio Casu. Gli orari di visita saranno quelli delle normali giornate di apertura: Castello di San Michele dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21; Il Ghetto ed EXMA dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20.

https://consorziocamu.it/modulo-di-prenotazione-il-ghetto/ oppure contattando il numero 070 6670190  

Al Lazzaretto di Cagliari (dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 20), è in corso la mostra “Nessun dorma”, a cura di Alessandra Menesini con opere della collezione Fondazione per l’Arte Bartoli – Felter che affrontano il tema della presa coscienza e conseguente reazione al clima di degrado sociale e ambientale.

Anche i Beni Culturali non si fanno spaventare dal caldo e saranno aperti al pubblico, l’Anfiteatro romano (dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00), il monumento pubblico più grande della Sardegna romana, realizzato tra I e II secolo d.C.; la Cripta di Santa Restituta (dalle ore 10:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 19:00), ipogeo nel cuore del quartiere di Stampace, utilizzato in diverse fasi storiche, tra cui la Seconda Guerra Mondiale come rifugio antiaereo; la Grotta della Vipera (dalle ore 10:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 19:00), monumento funerario di epoca romana realizzato ai piedi del colle di Tuvixeddu; laGalleria dello Sperone (dalle ore 10:00 alle 14:00 e dalle 15:00 alle 19:00), all’interno del Bastione di Saint Remy e uno dei percorsi archeologici più interessanti della città tra passaggi sotterranei, mura pisane e bastioni spagnoli.

La Torre Campanaria, monumento di epoca pisana realizzato tra il 1254 e 1274 con accesso dall’interno della Cattedrale di Santa Maria nel quartiere Castello da cui si ammira lo skyline più bello della città sarà visitabile sabato 14 dalle ore 10:00 alle 14:00.

https://www.beniculturalicagliari.it/   

GREEN PASS: dal 6 agosto è entrato in vigore il nuovo Decreto del Ministero della Salute che regola l’accesso agli spazi espositivi tramite Green Pass. In linea con le nuove disposizioni, occorrerà esibire la certificazione, unitamente ad un documento di identità valido, per l’ingresso alle mostre e ai luoghi di arte e cultura sopra elencati. La Certificazione verde COVID-19 non è richiesta ai bambini di età inferiore ai 13 anni esclusi per ora dalla campagna vaccinale e ai soggetti esenti sulla base di idonea certificazione medica. Per queste persone verrà creata una Certificazione digitale dedicata. Finché questa non sarà disponibile, possono essere utilizzate quelle rilasciate in formato cartaceo. Eventuali altre informazioni si possono trovare al linkhttps://tinyurl.com/regolegreenpass