“Non dimenticare mai che una crisi politica, economica o religiosa
sarà sufficiente per mettere in discussione i diritti delle donne.
Questi diritti non saranno mai acquisiti.
Dovrai rimanere vigile per tutta la vita”.

È con queste parole che Simone de Beauvoir ci ha messo in guardia tanti anni fa, e le notizie di attualità che ci giungono dai media non fanno che confermarlo. Altra conferma ci arriva dai rapporti internazionali relativi alla disparità di genere, che la pandemia ha ulteriormente esasperato.

advertisement

Il Movimento Comunidade fin dalla sua nascita ha creduto nell’impegno di portare avanti le sfide fondamentali per il progresso di ogni comunità umana, e in questa occasione ha adottato il motto dell’edizione 2021 dell’8 marzo #choosetochallenge, scegliendo di sfidare i pregiudizi, gli stereotipi e la povertà culturale che limitano la piena realizzazione e l’autodeterminazione delle donne con la cultura, la condivisione e lo scambio di conoscenza.

In occasione della 110° giornata Internazionale delle Donne, infatti, in continuità con la campagna social di sensibilizzazione sul tema della violenza di genere, la raccolta fondi e i libri devoluti al Centro Antiviolenza Onda Rosa di Nuoro, e con lo stesso spirito e la stessa consapevolezza che hanno portato all’inaugurazione de Sa Pratza de Sas Fèminas, ha promosso l’evento “Chi legge Donna scrive il Domani”.

L’evento è stato ideato come una campagna di sensibilizzazione sul tema della parità di genere e una raccolta di libri e film, scritti da e per le donne ma fruibili da tutti, finalizzata all’inaugurazione all’interno della Biblioteca Comunale di Gavoi di una sezione dedicata ai Gender Studies.

Siamo riusciti a raccogliere, grazie alle donazioni e alla sensibilità dei nostri concittadini, 49 libri e 11 film sul tema. La donazione è stata accolta con entusiasmo e gratitudine dall’amministrazione. Il materiale è stato consegnato al Sindaco Salvatore Lai venerdì 27 agosto dalla Consigliera di Opposizione Selene Deiana e da alcune attiviste di Comunidade, e a breve sarà disponibile per tutti in Biblioteca.

Continuiamo a vigilare, affinché le conquiste delle donne che ci hanno preceduto non vengano vanificate e continuiamo a lottare per l’autodeterminazione e il riconoscimento dei diritti per tutti