Roma. Canotaggio: momentanea battuta d’arresto per Luca Agoletto

L’atleta paralimpico coinvolto in un incidente stradale.

Luca Agoletto

Roma. Canotaggio: momentanea battuta d’arresto per Luca Agoletto

Luca Agoletto non potrà partecipare alla Discesa del Danubio a remi 2021

 

Disappunto e autentico rammarico. È quanto hanno espresso Giulia Benigni e Riccardo Dezi alla notizia che  Luca Agoletto non potrà partecipare – per la prima volta da quando la Fondazione Terzo Pilastro-Internazionale sostiene l’impresa – alla Discesa del Danubio a remi organizzata dal Circolo Canottieri 3 Ponti di Roma.

advertisement

L’atleta paralimpico è stato infatti coinvolto in un incidente di moto, con l’esito di un grave infortunio alla caviglia ed al ginocchio che lo ha costretto a subire venerdì scorso un’operazione. La prima tappa della Discesa del Danubio a remi era prevista anche per lui domani, per il tratto di fiume da Passavia a Schlögen. Di lì poi il proseguimento per le ulteriori 4 tappe: Linz, Grein, Melk e Durnstein.

L’intenzione è di replicare il successo registrato con la Discesa a remi del Danubio da Vienna a Budapest (300 km) realizzata nel luglio 2019, e quella di fine luglio 2020 sul tratto del grande fiume compreso tra Linz e Vienna (200 km.).

Riccardo Dezi e Giulia Benigni, tecnici di Canottaggio di IV livello Europeo, rispettivamente Presidente e Vicepresidente del Circolo Canottieri 3 Ponti, affiliato alla FIC-Federazione Italiana Canottaggio, affronteranno ora in parte un tratto di Danubio ancora più a monte del precedente, imbarcandosi a Passavia, in Germania. Li accompagna il fondamentale sostegno della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, presieduta dal Prof. Avv. Emmanuele F. M. Emanuele.

Anche quest’anno equipaggi inclusivi e internazionali: oltre agli atleti Master del CC3Ponti, si imbarcheranno atleti diversamente abili sia italiani che austriaci, andando a comporre. In totale 4 equipaggi da 8 e 1 equipaggio da 4 con timoniere, seguiti dagli organizzatori e dai tecnici dello staff su 2 motoscafi d’appoggio.

Riccardo Dezi è infatti anche Direttore Tecnico del settore Pararowing del Circolo Canottieri Aniene e allenatore dell’equipaggio societario PR3 vincitore della medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali del 2017 a Sarasota composto da Paola Protopapa, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino e dallo stesso Luca Agoletto, mentre per la asd CC 3 Ponti svolgono attività agonistica 2 atleti del Pararowing: Marco Carapacchio e Daniela De Blasis.

Prenderanno quindi parte alla regata 2021 due atleti non vedenti del Donauhort Ruderverein di Vienna, David Erkinger e Gerarld Ziniel con i loro accompagnatori, anch’essi atleti del circolo viennese, gli atleti italiani della squadra paralimpica del C. C. Aniene Daniele Stefanoni e Ludovica Tramontin, nonché l’atleta ipovedente Marco Carapacchio, PR3 del Circolo Canottieri 3 Ponti. Questo dunque l’equipaggio del Pararowing con gli accompagnatori: 1. Ludovica Tramontin; 2. Marco Carapacchio; 3. Richard Sellinger; 4. David Erkinger; 5. Francesco Pappalardi; 6. Gerarld Ziniel; 7. Paul Vanbutsele;  8. Daniele Stefanoni; Tim. Florian Kremshlener.

Domani,  Lunedì 19 luglio 2021 avrà inizio la Discesa che si svolgerà in 5 tappe toccando le città di Schlögen, Linz, Grein, Melk e Durnstein. L’impresa si concluderà a Vienna sabato 24 luglio 2021 presso il Donauhort Ruderverein, circolo degli amici e atleti austriaci partecipanti.

Tesserato Aniene, medaglia d’oro, campione paralimpico a 46 anni (11 settembre 2008) grazie al “fantastico 4 con” con i compagni di squadra Graziana Saccocci, Paola Protopapa e Daniele Signore, Luca Agoletto si distingue per una forza di volontà inesauribile e per il desiderio di spingersi sempre oltre ogni ostacolo.

Lo farà prima col nuoto, poi con l’equitazione, infine con il canottaggio. Congedato dall’Arma dei Carabinieri dopo l’incidente del 2004 che gli ha provocato la rottura della gamba destra con frattura multipla esposta e accorciamento dell’arto nonché la gonartrosi del ginocchio sinistro, Agoletto sceglierà l’adaptive rowing per proseguire la sua vita da sportivo. Che sta portando avanti con successo.

Ora questo ulteriore incidente, purtroppo. Che lo ferma, ma solo temporaneamente. All’atleta gli auguri di Riccardo Dezi e Giulia Benigni, dei compagni che avrebbero tentato con lui la difficoltosa discesa domani e di tutti gli atleti del CC 3 Ponti.