Nasce Ai Open Mind, l’Hub indipendente dedicato all’intelligenza artificiale

Presentato lo scorso 7 luglio in un live meeting dal quale è emerso chiaramente il suo obiettivo: comprendere meglio la grande trasformazione in atto e farne parte 

Guido

 

 

Roma, 13 luglio  2021 – È ufficialmente nato AI OPEN MIND, hub dedicato all’esplorazione del tema dell’intelligenza artificiale che punta a creare un confronto aperto capace di generare scambio di idee e riflessioni per indagare la complessità di un tema così ampio e attuale, che incide fortemente su così tanti aspetti della vita delle persone. AI OPEN MIND sarà un punto di riferimento, aggregatore per studiosi, docenti, professionisti e tutti coloro che abbiano la volontà di elaborare la complessità per meglio comprendere le trasformazioni in atto generando consapevolezza e sviluppo del pensiero critico, nonché per sviluppare progetti concreti di applicazione dell’AI per il miglioramento della vita delle persone. AI OPEN MIND è un hub a cura di Mathema, think tank di Accademia di Comunicazione, e alcuni liberi professionisti appassionati di AI e relativi campi di analisi e applicazione.

advertisement

 

Lo scorso 7 luglio AI OPEN MIND è stato presentato al pubblico attraverso un live meeting che ha visto la partecipazione di molti relatori che hanno saputo, attraverso i loro contributi, spaziare ampiamente toccando parecchi ambiti che vanno dalla territorialità al diritto passando per il mondo dell’informazione, solo per citarne alcuni. Numerose le persone che hanno seguito questo appuntamento, moderato da Marisandra Lizzi e Raffaele Castagno, le quali hanno avuto modo di porre domande e creare quello che già è stato vissuto come un primo esempio di dibattito e confronto costruttivo e partecipativo.

 

Come ha ben sottolineato Michelangelo Tagliaferri sociologo e fondatore di Accademia di Comunicazione a conclusione del dibattito: “La sfida che si pone alla nostra attenzione e all’attenzione di chi vorrà partecipare è stimolante, le domande superano ampiamente le risposte ma come studiosi e professionisti siamo chiamati a riflettere per creare con intelligenza le intelligenze che ci aiuteranno a vivere un mondo migliore”.

 

Simonetta Blasi, docente di comunicazione e consulente per i progetti del terzo settore presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma, commenta così l’avvio di AI OPEN MIND: “La tecnologia deve essere al servizio della comunità non il contrario, rimettiamo al centro il pensiero e l’umanità; questo è il rinascimento digitale a cui pensiamo. È importante allargare il confronto e la condivisione per favorire la divulgazione scientifica e raggiungere pubblici diversi anche attraverso la contaminazione con vari linguaggi creativi. Solo così potremo capire e cercare di scrivere insieme il futuro della società che sta cambiando in molti ambiti cercando anche di contribuire con una maggiore e migliore informazione con uno spirito di convivenza consapevole e proattiva”.

 

La sfida di AI OPEN MIND è appena iniziata e per chi volesse è possibile partecipare e contribuire al dibattito in corso attraverso la “Call for Intelligence”, una chiamata-invito a condividere contributi innovativi, esperienze, casi studio e tutto quanto possa dare ulteriore sviluppo alla divulgazione e comprensione del tema. Per approfondire e partecipare è possibile seguire il link di riferimento.

 

AI OPEN MIND nella sua presentazione ufficiale è stato affiancato in qualità di Media Partner da Città Nuova, Agenzia di stampa nazionale DIRE, Diritto dell’Informazione, Media Duemila/Osservatorio TuttiMedia e dal quotidiano online d’informazione 2duerighe.

 

AI OPEN MIND continuerà la sua attività già a partire dalle prossime settimane. I contributi dei relatori alla presentazione sono visibili sul sito e sulla pagina Facebook che potranno essere seguiti per avere tutti gli aggiornamenti sulle future iniziative.