International Summer Festival Bosa

Fra i tanto grandi nomi in cartellone  anche Silvia Careddu, già primo flauto della prestigiosissima orchestra dei Wiener Philarmoniker e attualmente primo flauto dell'Orchestre National de France e due dei componenti del prestigioso Trio di Parma, Ivan Rabaglia (violinista) e Alberto Miodini (pianista).

 

Anche quest’anno Bosa sarà punto di riferimento a livello mondiale per la musica classica e il perfezionamento musicale. Il prossimo 9 luglio si apre infatti la XIV^ edizione di “BosaAntica – International Summer Festival” organizzato dall’Associazione Culturale InterArtes. Fra i tanto grandi nomi in cartellone  anche Silvia Careddu, già primo flauto della prestigiosissima orchestra dei Wiener Philarmoniker e attualmente primo flauto dell’Orchestre National de France e due dei componenti del prestigioso Trio di Parma, Ivan Rabaglia (violinista) e Alberto Miodini (pianista).

Dal 9 e al 18, dalle prime ore del mattino e sino a sera, la musica sarà la protagonista indiscussa del luglio bosano. Dieci giorni di musica e cultura raccontati con sullo sfondo uno dei borghi più belli d’Italia che, per l’occasione e come da anni a questa parte, sarà meta di numerosi artisti, maestri e studenti provenienti da ogni parte del mondo. Il tema dell’edizione 2021 sarà l’esecuzione dell’Integrale delle Sonate per violino e pianoforte di Beethoven, che oltre ai tre docenti delle masterclass di violino vedrà impegnati anche alcuni giovani e promettenti musicisti, allievi dei corsi. 

advertisement

Ogni giorno, musicisti di tutto il mondo saranno infatti impegnati in masterclass, stage e seminari tenuti dai migliori strumentisti e pedagoghi al mondo: oltre come detto a Silvia CaredduIvan Rabaglia Alberto Miodini ci saranno anche i pianisti Giulio Biddau e Francesco Maria Moncher, la soprano ungherese Magda Kozcka e la violinista di Varsavia Agneszka Marucha, docente della prestigiosa Accademia Chopin della stessa città.

Presenti anche in questa edizione numero 14 il violinista Michelangelo Lentini componente dello storico gruppo dei Solisti Veneti e docente al Conservatorio di Sassari, il flautista Riccardo Ghiani, primo flauto dell’orchestra della Fondazione  Teatro Lirico di Cagliari, il violista Dimitri Mattu, la pianista Angela Oliviero e la pianista Francesca Carta (entrambe docenti al di pianoforte al Conservatorio di Cagliari).

Gradita conferma arriva dell’arpista Paloma Tironi, docente del Conservatorio di Sassari che porterà in scena un recital di musica francese e gradita riconferma anche per il giovane pianista accompagnatore Manuele Pinna. Non mancheranno i laboratori di Ensemble di Flauti e Ensemble di Arpe: gli insegnanti saranno l’arpista Alessandra Manca e la flautista Jana Bitti.

I concerti, la pittura, il cinema e l’ambiente 

Alla sera, i luoghi più suggestivi della città del Temo saranno esclusiva cornice esclusiva ai concerti in programma regalati alla città dagli stessi maestri delle masterclass e dai tanti gli ospiti d’eccezione. Anche quest’anno sarà omaggiato uno dei più grandi interpreti del pianismo mondiale e grande amico del festival BosaAntica, il maestro Aldo Ciccolini, cui sarà dedicato il concerto di apertura della manifestazione ad opera del pianista Francesco Maria Moncher.

Si rinnova la preziosa collaborazione con l’atelier di pittura MAP – Movimenti Artistici Periferici dell’artista bosano Mariano Chelo, che negli spazi della galleria d’arte in Corso Vittorio Emanuele fonderà insieme musica e pittura in performance sempre più suggestive. La presenza del regista Michele Gagliani garantirà la ripresa video di tutti gli eventi salienti della manifestazione lungo uno stotytelling  impreziosita dal progetto “Monografie“, incentrato su alcuni personaggi del festival.

Altra nota di rilievo è la presenza – tra i partner della manifestazione  -dell’Associazione Legambiente, rappresentata dal  Circolo  APS Legambiente l’Olivastro  di Sassari con cui si è creata una interessante sinergia grazie all’iniziativa “Le Armonie della Bellezza”, portata avanti dalla famiglia Abbado 

Talento e merito restano sempre il fulcro della manifestazione: al termine del festival saranno conferiti attestati e borse di studio ai migliori allievi nelle differenti discipline e sarà consegnato il prestigioso premio BosaAntica ad una personalità che si è distinta in ambito musicale e culturale. Lo scorso anno vennero insigniti di questa onorificenza i maestri Ivan Rabaglia (violinista) e il maestro Alberto Miodini (pianista) entrambi componenti del prestigioso Trio di Parma. 

La manifestazione è stata presentata ufficialmente nel corso di una conferenza stampa ospitata nella suggestiva piazzetta Episcopio di Bosa alla presenza dell’assessore alla Cultura Alessandro Campus, dell’assessore alla Pubblica Istruzione Paola Pintus, del presidente di APS Legambiente l’Olivastro circolo di Sassari Michele Meloni, del presidente dell’Associazione Culturale InterArtes Luca Virgilio, della direttrice artistica  del festival Jana Bitti e di alcuni artisti in cartellone. 

Sarà possibile seguire la diretta social del festival sui canali social del festival: Instagram @bosaantica; Twitter bosaantica; Facebook: Corsi Bosa Antica; Youtube: Bosa Antica; www.corsibosaantica.it.

Programma completo concerti serali

Venerdì 9 Luglio Chiostro del Carmelo ore 21.00

Concerto inaugurale

En Souvenir de Aldo 

Francesco Maria Moncher, pianoforte

Musiche di F. Chopin, F. Liszt, A. Scriabin, C. Debussy

Sabato 10 Luglio Chiostro del Carmelo ore 21.00 

L’Arpa magica 

Paloma Tironi, arpa

Musiche di A. Hasselmans, M. Tournier

Domenica 11 Luglio Chiostro del Carmelo ore 21.00

Allievo e Maestro a Confronto

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Emanuele Piga, violino

Giulio Biddau, pianoforte

L.v. Beethoven: Sonata  n° 6 Op. 30 n° 1

R. Schumann: Fantasia op.17

Lunedì 12 Luglio  Chiostro del Carmelo ore 21.00

Beethoven e la forma Sonata

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Agnieszka Marucha, violino

Giulio Biddau, pianoforte

Sonata n° 1  op. 12 n° 1; Sonata n° 3   op. 12 n° 3 

Martedì 13 Luglio Chiostro del Carmelo ore 19.00

Concerto dei migliori allievi dei Laboratori e delle Masterclass 

                                               Chiostro del Carmelo ore 21.00

Omaggio a Raymond Guiot

Silvia Careddu, Riccardo Ghiani, flauto

Francesca Carta, pianoforte

Musiche di C. P. E. Bach, F. Schubert, C. Debussy, F. Puolenc 

Mercoledì 14 Luglio Chiostro del Carmelo ore 19.00

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Tina Vercellino, violino

Manuele Pinna, pianoforte

W.A. Mozart: Sonata in mi minore K 304

L. v. Beethoven: Sonata n° 2 op. 12 n. 2  

                                               Chiostro del Carmelo ore 21.00

Il Gusto della trascrizione ai tempi di Beethoven

Riccardo Ghiani, flauto 

Michelangelo  Lentini, violino

Francesco Maria  Moncher, violoncello

Francesca Carta, pianoforte

Musiche di L. v. Beethoven/ J. N. Hummel

Giovedì 15 Luglio Chiostro del Carmelo ore 19.00

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Francesco Fadda, violino

Francesco Maria Moncher, pianoforte

Sonata n° 7  op. 31 n° 2

Chiostro del Carmelo ore 21.00

Ludvig il Poeta

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Michelangelo Lentini, violino

Francesca Carta, pianoforte

Sonata n° 5 op. 24; Sonata n° 10  op. 96  

Venerdì 16 Luglio Chiostro del Carmelo ore 21.00

Beethoven il Titano

Integrale delle Sonate per vl e pf di L. v. Beethoven

Ivan Rabaglia, violino

Alberto Miodini, pianoforte 

Sonata  n° 4 op. 23; Sonata n° 8  op. 30 n° 3;  Sonata n° 9 op. 47  

Sabato 17 Luglio Chiostro del Carmelo ore 21.00

Danzando nel tempo

Dimitri Mattu, violino

Angela Oliviero, pianoforte

Musiche di M. Marais, L. Boccherini, L. v. Beethoven, G. Rossini, J. Brahms 

Domenica 18 Luglio Chiostro del Carmelo ore 19.00

Concerto dei migliori allievi dei Corsi e delle Masterclass

 

Chiostro del Carmelo ore 21.00

/Concerto dei migliori allievi delle Masterclass 

Premio Bosa Antica