salto ostacoli

Torna il salto ostacoli con ingresso consentito al pubblico

Il ritorno del pubblico saluta uno dei momenti clou dell’equitazione sarda: i Campionati regionali di salto ostacoli. Da venerdì 4 a domenica 6 giugno (inizio alle ore 8.30) nell’impianto del Siete Fuentes Centro Equestre Asd di San Leonardo-Santulussurgiu, gli spettatori potranno assistere liberamente, mantenendo mascherina e distanziamento, alla spettacolare manifestazione che tra i vari titoli mette in palio quello di campione sardo.
Organizza il Centro Siete Fuentes, con la collaborazione della Fise Sardegna: cavalieri e amazzoni si confronteranno nel bel campo in sabbia silicea 100×50. Il montepremi totale è di 24 mila euro.

Sono 185 i binomi iscritti. Saranno presenti tutti o quasi gli aspiranti al titolo: dal campione in carica Giovanni Carboni a Raffaela Montis (campionessa 2019), dai fratelli Gianleonardo (vincitore nel 2015) e Antonio Murruzzu ad Andrea Guspini (ha vinto nel 2018), dall’emergente Luca Riccardi (al debutto nel II grado) ad Antonio Depalmas.

Le gare – Sono ben 59 in totale, visto che comprendono non solo i Campionati regionali di II grado (quelli che assegnano il titolo sardo) ma anche quelli di I grado, i Trofei C130, C120 e C115, i Brevetti e i Trofei Ludici per cavalli e pony.

advertisement

Per il titolo di campione sardo sarà valida la prova con ostacoli a 140cm di altezza, in programma domenica. Per il campionato di I grado invece gli ostacoli sono a 130cm di altezza.

Show director dell’evento è Sebastiano Dessì. Presidente di Giuria è Giovanni Antonio Sechi, mentre a disegnare i percorsi sul campo sarà il veterano Giovanni Bussu.

Così l’anno scorso

Giovanni Carboni in sella a Rubacuori Baio (cavallo allevato da Alessandra Diaz) si è laureato campione sardo di salto ostacoli 2020 al PalaHorse/Hippopark di Golfo Aranci, nell’evento organizzato dal Circolo Ippico Gli Olivastri, insieme alla Fise Sardegna e al Comune di Golfo Aranci.

Secondo posto per Enrico Carcangiu con Toulax e medaglia di bronzo per Gianleonardo Murruzzu con Cillkeney III.

Nel 1° grado invece ha vinto Juliè Madau (C.I. Monte Oro) in sella a Eduard.