Oristano: giunta approva piano triennale opere pubbliche

Lutzu: estendere superbonus 110% a
Andrea Lutzu (Sindaco di Oristano).

La Giunta Lutzu, su proposta dell’Assessore ai lavori pubblici Francesco Pinna, ha approvato il piano triennale delle opere pubbliche.

Nel triennio il piano prevede interventi per 106 milioni di euro: 12 milioni 475 mila euro per il 2021, 57 milioni 117 mila per il 2022 e 36 milioni 518 mila euro per il 2023.

“I due interventi più rilevanti contenuti nel Piano sono il Programma di Rigenerazione Urbana e il Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare – spiegano il Sindaco Andrea Lutzu e l’Assessore ai Lavori pubblici Francesco Pinna -. Il programma per la rigenerazione urbana prevede un investimento complessivo di 31 milioni 121 mila euro (20 milioni di finanziamento ministeriale e 11 milioni di cofinanziamento comunale), quello per la qualità dell’abitare 15 milioni di euro da dedicare alla riqualificazione delle frazioni”.

“Il Programma di Rigenerazione Urbana prevede riqualificazione urbana (piazze, strade, marciapiedi, illuminazione, edifici pubblici) a Su Brugu e al Sacro Cuore, nel centro storico, a Torre Grande, nell’area di Oristano ovest e Oristano est e nelle aree C2ru di Sa Rodia e Silì – spiegano il Sindaco Lutzu e gli Assessori ai Lavori pubblici e all’Urbanistica Francesco Pinna e Gianfranco Licheri -. Si vuole migliorare la qualità del tessuto urbano nei quartieri favorendo la connessione con piazza S. Efisio, riqualificando e ampliando gli spazi e le aree verdi di Piazza Mariano. Altri interventi riguardano le aree adiacenti piazza Manno, il completamento del Teatro Garau, la riqualificazione dell’Hospitalis Sancti Antoni, la realizzazione della pista ciclabile e di aree ricreative a Torre Grande, la realizzazione di un hub destinato alla mobilità sostenibile, con integrazione delle diverse modalità di trasporto e la sistemazione della vasta area urbana a ridosso del Campo Tharros, la rifunzionalizzazione della ex Casa dello studente con lo scopo di ospitare un centro di studio e di promozione delle ricchezze agroalimentari del territorio, la riqualificazione del Campo Tharros, dell’ex mattatoio come centro servizi per il parco lineare la creazione nell’ex Ente risi di un polo archivistico e di servizi per la digitalizzazione documentale, con funzioni di supporto ad altri enti locali del territorio”.

Il programma Qualità dell’abitare, che era già stato deliberato dalla Giunta Lutzu nei mesi scorsi, prevede interventi a Silì (riqualificazione degli spazi aperti, casa della sostenibilità nell’ex asilo Esmas, riqualificazione a emissioni zero degli edifici pubblici), a Nuraxinieddu e Massama (riqualificazione degli spazi aperti, casa per le donne vittime di violenza nell’ex scuola materna di Massama, una casa delle associazioni e residenza per soggetti svantaggiati, riconversione dell’ex scuola elementare di Nuraxinieddu in casa della comunità), a Donigala riqualificazione degli spazi aperti, casa dell’accoglienza nell’ex scuola elementare con dormitorio per soggetti fragili senzatetto, spazi di ascolto, recupero e per le attività della comunità residente) e la realizzazione dell’asse ciclopedonale Oristano-Sili-Massama-Nuraxinieddu-Donigala per connettere tra loro le frazioni e con la città Oristano.

advertisement

“Tra gli altri interventi previsti per il 2021 nel Piano delle opere pubbliche – aggiunge l’Assessore Pinna – vanno segnalati: recupero dell’Istituto Frassinetti per le classi della Scuola media Grazia Deledda (600 mila euro), riqualificazione parco e Villa Eleonora (650 mila euro), manutenzione straordinaria marciapiedi ed eliminazione barriere architettoniche (130 mila euro), completamento funzionale e valorizzazione area sportiva Torangius (760 mila euro), riqualificazione urbanistica piazza Manno (1,5 milioni di euro), circonvallazione nord (1,3 milioni di mila euro), completamento rete a fibra ottica  e sistemi di videosorveglianza (300 mila euro), interventi nella scuola di via Marconi (195 mila euro) e di via Solferino (262 mila euro), riqualificazione via Lepanto (200 mila euro), completamento ludoteca di Torangius (107 mila euro) e riqualificazione piazza Mariano (500 mila euro)”.