Orgosolo: i carabinieri di Nuoro arrestano i fratelli Mesina

I primi arresti risalgono al 18 febbraio scorso e, in base a tale provvedimento, i legali dei due fratelli avevano opposto ricorso.

Nel corso della mattinata odierna, in Orgosolo, i Carabinieri del Reparto Operativo-Nucleo Investigativo e della Compagnia di Nuoro hanno arrestato i fratelli Antonello e Giuseppe Mesina, rispettivamente di anni 30 e 35, in esecuzione del provvedimento dal Tribunale di Sassari di ripristino della custodia cautelare in carcere per Antonello e degli arresti domiciliari per Giuseppe, emesso lo scorso 15 di marzo.
Nei confronti di tale provvedimento i legali dei due fratelli avevano opposto ricorso in Cassazione che nel pomeriggio di ieri è stato rigettato.
I fatti riguardano l’operazione svolta dai Carabinieri del Nucleo Investigativo i quali, lo scorso 18 febbraio, al termine di articolate perquisizioni, avevano tratto in arresto nella flagranza del reato i due fratelli ai quali erano stati rinvenuti e sequestrati: a carico di Antonello un ingente quantitativo di marijuana, occultata nel garage di famiglia; mentre a carico di Giuseppe erano stati rivenuti ulteriori quantitativi del medesimo stupefacente, asseritamente dichiarato legale, ma che a seguito degli accertamenti del RIS di Cagliari, svolti nell’immediatezza e nelle settimane successive, hanno accertato valori di THC abbondantemente superiori alla soglia di Legge.
L’attività si inserisce in un più ampio quadro di indagine per le note attività di ricerca.