open mic a villa medici

Open mic a Villa Medici | Félix Jousserand & WOW – Incendi Spontanei

Gli artisti sardi Olympia e Francesco Seu, membri del collettivo WOW – Incendi Spontanei, hanno partecipato il 27 maggio all’evento di poesia orale e performativa “Open mic a Villa Medici | Félix Jousserand & WOW – Incendi Spontanei” che si è svolto nei giardini di Villa Medici, l’Istituto di Cultura Francese a Roma, e che ha previsto una serie di esibizioni attraverso il format dell’Open Mic. Gli interventi si sono svolti in lingua italiana e francese.

L’evento è stato organizzato da Félix Jousserand — pioniere della scena “slam” francese degli anni 2000 e borsista per la letteratura 2020/2021 a Villa Medici: Accademia di Francia a Roma — e il gruppo di artisti performativi WOW – Incendi Spontanei, i cui sette membri sono stati invitati ad esibirsi per tale occasione in quanto rappresentanti della scena nazionale di Poetry Slam e arte performativa. Le performance si sono svolte in forma di Open Mic, nel rispetto dei principi di inclusività e condivisione caratteristici del movimento Slam, per incentivare lo scambio artistico tra cultura italiana e francese.

Olympia e Francesco Seu, oltre ad essere parte di WOW – Incendi Spontanei, sono anche membri di Caralis Poetry Slam, realtà per la promozione delle arti performative e del Poetry Slam a Cagliari e in tutta l’isola della Sardegna. Anche Giuliano Logos membro di WOW – Incendi Spontanei e più volte ospite di Caralis Poetry Slam, nonché campione del mondo di Poetry Slam (poesia performativa) si è esibito durante l’evento di Villa Medici in una performance poetica bilingue insieme al borsista Félix Jousserand.

advertisement

Olympia

Olympia (Cagliari, 1997) svolge sua pratica artistica tra Roma e la Sardegna. Nel 2019 entra a far parte di WOW – Incendi Spontanei (con sede a Roma) collettivo di artisti e organizzatori di eventi culturali che ha lo scopo di promuovere le arti performative e diffondere il Poetry Slam. Al fine di poter meglio raggiungere le medesime finalità anche in territorio sardo, nello stesso anno fonda il collettivo Caralis Poetry Slam (con sede a Cagliari). La sua ricerca artistica si sviluppa tra cross-medialità e analisi dell’io, con lo scopo di ottenere il pieno riconoscimento della poesia performativa quale disciplina dell’arte performativa contemporanea.

Olympia a Open Mic a Villa Medici

Francesco Seu

Francesco Seu, artista sardo classe 1997, inizia il suo percorso teatrale partecipando al “Premio Giorgio Gaber” di Grosseto, con delle rappresentazioni in lingua sarda. Si interessa al mondo dell’Hip-Hop e alla scrittura, partecipando a vari contest di freestyle rap. Si trasferisce a Roma nel 2016 frequentando i Poetry Slam della Capitale, dove diventerà membro di WOW – Incendi Spontanei. Tornato in Sardegna nel 2020 entra a far parte del collettivo Caralis Poetry Slam promuovendo le arti performative in Sardegna con una particolare attenzione per Oristano.

Francesco Seu a Open Mic a Villa Medici

WOW – Incendi Spontanei

WOW – Incendi Spontanei è un collettivo di artisti e organizzatori di eventi culturali che dal 2018 promuove la diffusione delle arti performative a Roma e in tutta Italia, attraverso le ricerche artistiche personali dei singoli membri e realizzando eventi incentrati sul coinvolgimento del pubblico, sull’internazionalizzazione della poesia performativa e sulla diffusione di pratiche di vita sostenibile attraverso l’arte, in collaborazione con Istituti Internazionali di Cultura, Ambasciate, Università e realtà di promozione del territorio locali e nazionali. Ha sede nello spazio Ombrelloni (San Lorenzo, Roma) e oltre ad essere un hub di organizzazione di eventi, un collettivo di ricerca artistica, un’agenzia di promozione di artisti performativi, un ente di formazione è, soprattutto, un generatore di comunità. A questo senso di appartenenza condivisa, WOW lega la promozione della cultura accademica e popolare: perché l’una apprenda dall’altra. Per far ciò, tutela e incoraggia la libertà di espressione attraverso la creazione di spazi sicuri di condivisione e crescita emotiva, in cui l’arte torni ad essere spettacolare. La formazione attuale conta sette membri: Dome Bulfaro, Matteo Bussotti, Giuliano Logos, Olympia, Leonardo Scrima, Francesco Seu e Renata Prado.

l Poetry Slam sono spettacoli di poesia performativa in forma di competizioni, in cui diversi performer si sfidano interpretando i propri versi e vengono valutati da una giuria composta da cinque persone estratte tra il pubblico, che eleggono il vincitore della serata.

Il format del Poetry Slam, nato a Chicago nel 1987 dalla mente del poeta americano Marc Kelly Smith con lo scopo di riportare la poesia tra la gente, è strettamente connesso al genere letterario della Spoken Word, corrente di poesia orale originata durante la prima metà del Novecento dai musicisti blues, dal movimento artistico del Rinascimento di Harlem e, anni più tardi, dalla poesia beat degli anni Sessanta.

Il Poetry Slam è oggi diffuso capillarmente in tutto il mondo: circa 100 nazioni, Italia compresa, hanno sviluppato un proprio circuito nazionale (in Italia prende il nome di LIPS – Lega Italiana Poetry Slam). In tutto il mondo migliaia di performer si sfidano progressivamente in competizioni locali, regionali, nazionali e internazionali — come la Coppa del Mondo di Parigi — in cui i rappresentanti di ogni nazione si esibiscono e gareggiano con il supporto di traduzioni proiettate.

Social media