Liberevento, martedì chiusura di sipario nel segno di Astor Piazzolla

Festival culturale Liberevento, martedì chiusura di sipario nel segno di Astor Piazzolla. Sarà ospite l'antropologa Marìa Susana Azzi che presenterà la versione italiana del suo best seller dedicato al grande compositore argentino

Martedì 22 giugno cala il sipario sull’edizione live & streaming del festival culturale Liberevento.  

Alle 17 sulla pagina Facebook della manifestazione si parlerà del grande compositore argentino Astor Piazzolla, a cento anni dalla nascita: per l’occasione sarà ospite l’antropologa Marìa Susana Azzi che, in dialogo con il compositore e bandoneonista di fama europea Fabio Furìa, presenterà il suo bestseller “Astor Piazzolla. Una vita per la musica“, uscito nella sua versione italiana a marzo per Sillabe editore.

Il libro. Astor Piazzolla (1921 – 1992) è stato un genio della musica, un uomo che usava la musica popolare argentina come materia prima per creare un nuovo genere musicale. In Astor Piazzolla, María Susana Azzi cattura la vita di questo straordinario musicista italo argentino. L’autrice ripercorre le origini di Piazzolla, dalla sua nascita in Argentina nel 1921 e dalla sua infanzia nel Lower East Side di Manhattan al suo ritorno in Argentina all’età di 16 anni, seguendo tutte le avvincenti tappe della sua formidabile carriera.

advertisement

Il libro è il frutto di oltre 250 interviste tra parenti, musicisti, amici, personaggi dell’arte, dello spettacolo e della cultura: Daniel Barenboim, Kronos Quartet, Al Di Meola, Tonino Guerra, Milva (María Ilva Biolcati), Lalo Schifrin, Georges Moustaki, Plácido Domingo, Carter Brey, Leandro “Gato” Barbieri, Gary Burton, Jorge Calandrelli, Oscar Castro-Neves, Franca Mulligan, Paquito D´Rivera, Sergio e Odair Assad, Christine Walevska, Raúl Barboza…

Con testi di Yo-Yo Ma, Gidon Kremer, Daniel Piazzolla, Pino Presti, Salvatore Accardo, Milva, Richard Galliano…

Liberevento Live&Stream è realizzato con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna (Ass.to Pubblica Istruzione, Informazione, Spettacolo e Sport), Fondazione di Sardegna, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale e con il sostegno dell’Associazione Nazionale Presidi del Libro.