leonardo ippolito

Il regista Leonardo Ippolito: l’arte passa dai geni

Il suo sogno segreto, rimane quello di realizzare un film, già scritto ma tenuto nel cassetto in attesa di contributi per la realizzazione, che tratta della biografia di un uomo conosciuto in tutto il mondo, con la particolarità degli effetti speciali cinematografici.

Figlio di un fotografo, nasce nel Novembre del 1975 Leonardo Ippolito, a Pomigliano D’Arco in provincia di Napoli.

Il suo primo giocattolo è stato la moviola e il suo parco giochi preferito era una piccola sala con una lampadina rossa dove, con maestria, il papà gli faceva vedere come dal nulla le immagini si creassero  uscendo dall’acido.

advertisement

Secondo di tre fratelli, trascorre la sua infanzia a Castello di Cisterna, un comune di 7mila anime ad una decina di km da Napoli, che ha dato i natali a calciatori del calibro di Vincenzo Montella,  Nicola Caccia e tanti altri.

Giocare all’interno del portone Rosso dello Stadio San Nicola di Castello di Cisterna era il sogno di tanti, ma non per Leonardo che, autodidatta, sviluppa una fortissima passione prima per la fotografia poi per i video.

Caparbio e instancabile, appassionato di film di Massimo Troisi, cresce insieme ai suoi sogni e comincia a lavorare per Comunioni e Battesimi maturando quell’esperienza che lo porta, non appena terminato il servizio militare, a lasciare il suo luogo natio e a raggiungere la città di Brescia dove comincia la sua Carriera Televisiva.

Nel 1996 lavora a ReteBrescia, dove viene preso come  Apprendista di Studio per diventare poi, in pochi anni, Direttore Tecnico della Rete. Sempre qui collabora al lancio del primo Tg Multilingue con Idris Sanneh.

Ambizioso e conscio delle sue doti e capacità decide di lasciare Brescia e andare alla volta di Milano dove lavora per una Start up del Sole24hTelevision come Responsabile Tecnico dell’Interactive Group e con la stessa si sposta poi a Roma, dove realizza il suo primo Cortometraggio ‘Piume di Fango’, un documentario che narra dettagliatamente gli attimi di una tragedia che avvenne a Sarno a causa del distacco dalla montagna di fango e detriti che travolse la città provocando 160 morti.

Il Cortometraggio fu un vero trionfo e fu presentato in parecchi Festival Nazionali e Internazionali vincendo nel 2004 il Festival Internazionale -Frammenti 2004 a Roma-  e nel 2006 -Sguardi ostinati-  organizzato da Cinematografare 21.

Su richiesta di un’Associazione di Castello di Cisterna, produsse ‘Raccolta IN-DIFFERENZIATA’ e nel 2007 ‘Solo tre minuti?’ per la Fiction Incontri Occasionali.

Responsabile tecnico di Sportitalia, Sportitalia 2, Sportitalia 24 e dei canali del Gruppo De Agostini DeaKids, DeaKids +1, DeaJunior, Dea Sapere HD e della trasmissione ‘Piloti’ di Rai 2 con Enrico Bertolino, Max Tortora e Jessica Polsky, Leonardo decide di realizzare un programma tutto suo intitolato ‘Make Up Artist Talent Show’ in cui mette in competizione truccatori che si sfidano con il trucco televisivo e Cinematografico.

Alla tenera età di 40 anni, nel fior fiore dei suoi anni, Sportitalia fallisce. Leonardo cerca di rimettersi in gioco con altre emittenti, ma il suo livello, la sua esperienza e la sua competenza erano sempre ‘toppo cari’ per tutti.

Leonardo preferisce fare da sé e quindi nasce KiraTV con la realizzazione di programmi come Prendimi con Te News, Sapori Veloci e Pillole Tributarie.

Decide ancora una volta di dare ascolto alle sue passioni e porta avanti il progetto del TG “Prendimi con te News”, un contenitore di informazioni dedicato agli Animali e all’Ambiente che ad oggi vanta un numeroso pubblico in tutta Italia e che va in onda su 45 emittenti di cui 3 nazionali (Odeon TV, Bom Channel e Cusano TV).

Ma le complicazioni non finiscono per Leonardo e dopo aver combattuto con le unghie e con i denti, by-passando egregiamente il difficile anno di Pandemia, ecco che una Trombosi all’occhio sinistro gli vorrebbe impedire di mettere a fuoco e a continuare a svolgere il suo lavoro. Uso il condizionale perché ancora una volta Leonardo vuole vincere contro il destino che a volte pare si coalizzi contro lui e non si ferma, anzi, diventa un vulcano di idee e decide di inserire all’interno del Suo TG una nuova Rubrica intitolata “L’Edicola di Prendimi con te News”, dedicata a tutti gli scrittori di libri sugli animali, e di inserire un’Inviata Speciale nelle edizioni del Programma per stuzzicare sempre di più l’attenzione dei telespettatori.

Il suo sogno segreto, però, rimane quello di realizzare un film, già scritto ma tenuto nel cassetto in attesa di contributi per la realizzazione, che tratta della biografia di un uomo conosciuto in tutto il mondo, con la particolarità degli effetti speciali cinematografici.

Sono certa che, negli anni della pensione, Leonardo si rifugerà fra gli animali da lui tanto amati. E per questo gli auguro un grande “In bocca al lupo”, certa che la sua risposta sarà “Viva il Lupo!”.