Deidda(FDI): promesse non mantenute su ferrovia Nuoro-Olbia

TRASPORTI, DEIDDA (FDI): SU FERROVIA NUORO/OLBIA PROMESSE TONINELLI NON MANTENUTE. LA CONFERMA ALLA CAMERA. INTERVENTI RFS INSUFFICIENTI

città metropolitana di Cagliari

Non solo dal quel febbraio 2019 in cui il Ministro Toninelli promise uno studio di fattibilità della tratta ferroviaria Nuoro/Olbia non c’è traccia ma, al pressing del Deputato di Fratelli d’Italia Salvatore Deidda che, insieme al Capogruppo della Commissione Trasporti Marco Silvestroni e al collega Mauro Rotelli, hanno presentato un’interrogazione a risposta immediata, il Sottosegretario Alessandro Morelli è lapidario nelle osservazioni delle Commissioni di Camera e Senato sullo schema di programma 2017-2021 con aggiornamento al 2018: la realizzazione della tratta Nuoro/Olbia, infatti, potrà essere valutata unicamente nell’ambito di una riqualificazione complessiva della rete ferroviaria sarda che comprenda la messa a standard RFI della rete attualmente gestita dall’Arst.

“Quindi, dopo l’annuncio niente è stato fatto né dal Ministro Toninelli né dal Ministro De Micheli, nonostante le nostre sollecitazioni e quelle dei cittadini”, dichiara Salvatore Deidda, Deputati di FdI;

Il Deputato Deidda ha rincarato, poi, denunciando come nel PNRR siano totalmente insufficienti i programmi di finanziamento per la Sardegna, sottolineando che aspetta ancora risposta ad una interrogazione in cui si chiedono delucidazioni sugli investimenti e sull’ammodernamento radicale della rete ferroviaria sarda.

advertisement

“Il sottosegretario – spiega l’esponente di FdI – ha ricordato che, nel 2020, è stato siglato l’accordo tra Regione Sardegna ed RFI e tra gli interventi previsti ci sono la velocizzazione dei servizi lungo la dorsale Cagliari/Olbia/Sassari, l’incremento delle frequenze da e per l’iglesiente e la nuova fermata tra la linea Sassari/Alghero e la linea Chilivani/Sassari/Porto Torres. Oltre a quelli previsti nel PNRR, ossia il collegamento tra Aeroporto di Olbia, Olbia e Porto e la stazione di Oristano. Servono, dunque, risorse e impegni ben consistenti partendo proprio dalla Nuoro/Olbia e come abbiamo scritto nell’interrogazione dobbiamo rivoluzionare la rete esistente”, conclude Deidda