Deidda(FDI): non smontiamo la nostra sanità militare

DIFESA, DEIDDA (FDI): NON SMONTIAMO L’ECCELLENZA DELLA NOSTRA SANITÀ MILITARE. AL SERVIZIO DELLE COMUNITÀ ANCHE DOPO IL COVID

Onorevole Salvatore Sasso Deidda su richieste tardive d'iscrizione - Caserma 'Gonzaga'
Onorevole Salvatore Sasso Deidda (FdI).

DIFESA, DEIDDA (FDI): NON SMONTIAMO L’ECCELLENZA DELLA NOSTRA SANITÀ MILITARE. AL SERVIZIO DELLE COMUNITÀ ANCHE DOPO IL COVID

“Certamente ci soddisfa la risposta del sottosegretario Pucciarelli alla nostra interrogazione in cui chiediamo garanzie per il futuro dei medici e degli infermieri assunti dall’Esercito e dalle altre Forze Armate. Il loro contratto verrà prorogato fino al 31 dicembre e si prevedono accordi e collaborazioni con le Regioni per l’abbattimento delle liste d’attesa e per le sedi carenti di medici di base. Come Fratelli d’Italia, più volte, abbiamo indicato tale possibilità e i medici e gli infermieri hanno dimostrato le loro capacità e professionalità nella campagna vaccinale in atto, ancora prima negli screening e nella cura dei malati e, oltretutto, pieno attaccamento alla divisa e alla Forza Armata.

Per questo motivo non vogliamo vedere la sanità militare smantellata, ma chiediamo un impegno per confermarli. Fratelli d’Italia ha presentato un emendamento al Dl sostegni II chiedendo la proroga di un ulteriore anno nelle more della modifica della legge 244 e di un concorso per farli entrare a pieno titolo”, è quanto dichiara Salvatore Deidda, Deputato e Capogruppo di FdI in Commissione Difesa

advertisement