Caterina Ponti riceve il premio “Menzione speciale” al Festival Pianeta Donna

Primo Piano - Pianeta donna - La regista e produttrice Caterina Ponti
La regista e produttrice Caterina Ponti.
Lo scorso Venerdì 25 Giugno, alle ore 18.00, ha avuto luogo a “La Casa del Cinema“, l’attesa Premiazione ‘in presenza‘ della XXXVIIIª edizione di “Primo Piano sull’Autore – Festival Pianeta Donna – Il lungo e faticoso viaggio della Donna nella storia del Cinema“. La storica kermesse ideata, creata e da sempre diretta da Franco Mariotti, si è svolta sulla piattaforma “MYmovies.it – Il Cinema dalla parte del pubblico” nell’arco di quattro articolate giornate di Marzo, offrendo una fitta e variegata programmazione al femminile. In questo cine-spazio virtuale gratuito, il Festival ha proiettato 27 opere di diversi generi, sia di lungometraggio che di cortometraggio
Due Giurie le hanno giudicate ed il 7 Aprile scorso hanno entrambe annunciato i Premiati. La Giuria dei Cortometraggi, con Presidente Lidia Vitale e giurati Maurizio Di RienzoRoberto Girometti (presente in sala), Cristian MarazzitiMassimo NardinEmma Nitti (presente), Rossella Pozza (presente), Paola Tassone (presente), hanno assegnato la Menzione Speciale alla regista e produttrice sarda Caterina Ponti per il suo innovativo corto, cartoon in semi-animation sperimentale, “Tobia il nostromo del tempo – Reboot Edition“. La scintillante, briosa e festosa Premiazione del Festival ha avuto luogo, nel pieno rispetto delle norme anti-Covid, presso la capiente Sala Deluxe ove Franco Mariotti ha invitato a partecipare i premiati, i componenti di entrambe le Giurie, insieme a vari ospiti, esponenti del mondo del cinema, dello spettacolo, del giornalismo e della cultura italiana, componenti un eterogeneo parterre de rois. Madrina d’eccezione, Milena Vukotic.
Presentatrice della soirée, l’attrice Nadia BengalaCaterina Ponti, non presente per motivi professionali, ha comunque partecipato “in diretta” alla serata attraverso un collegamento telefonico col vulcanico ed instancabile deus ex machina Mariotti; sul palco della Casa del Cinema l’attrice Giuliana Zaroli ha prima dato pubblicamente lettura della motivazione del Premio – fisicamente “traghettato sull’isola” – consegnato alla Ponti, vergata sul medesimo: “Per l’originalità del soggetto e della realizzazione a metà tra il racconto gotico e la favola avveniristica, con particolare riguardo all’impasto immagini musica”. Poi, stabilita la connessione tra la Capitale e la sua terra natia, la Sardegna, ove sta sviluppando suoi altri progetti ancora top secret, la Ponti, dopo aver porto il proprio saluto a Mariotti ed alla Bengala dall’isola – ove, appunto, si trova per altri progetti – ,si è così espressa: “Ho ricevuto il Premio e ne sono emozionata… felice per questo riconoscimento “Menzione Speciale” per il mio corto “Tobia il nostromo del tempo”. Colgo l’occasione per ringraziare Lei, egregio Direttore e tutto il Suo Festival “Primo Piano sull’Autore – Pianeta Donna”. Quindi grazie all’Assistente e Coordinatrice Lilia Ricci nonché al Direttore Artistico Edizione Digitale ed Ufficio Stampa Gianluca Nardulli e, ovviamente, a tutta la Giuria dei Cortometraggi. Questo Premio mi onora ed è un ulteriore sprone per proseguire.. Viva “Pianeta Donna” e tutte le Donne della “Settima Arte”.
Con questo importante riconoscimento si arricchisce il già nutrito palmarès raccolto dall’artista di origini sarde; il suo “Tobia“, primo cortometraggio italiano del nuovo format “multivisione”, è una fairy tale di impianto gotico, inquadrata nell’incipit “Quando l’Arte si anima & l’Animazione diventa Arte“, scritta e disegnata dal poliedrico artista Paolo Di Orazio, narrata attraverso la soave voce della magistrale doppiatrice Eva Ricca.
Primo Piano sull’Autore – Festival Pianeta Donna“, un’iniziativa promossa da AmaRcorD Associazione Culturale, realizzata con il contributo e il patrocinio della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura, con la partnership di Istituto Luce Cinecittà , Cinecittà News, SNGCI Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Cineteca Lucana, CSC Centro Studi Cinematografici, Mediterranea Productions, Pierfrancesco Campanella, si è chiuso con un allegro e ben augurante brindisi, con l’auspicio di tornare prossimamente “su questi schermi” con una nuova, fiammante ed interessante edizione che sarà magnetica e stimolante come la XXXVIIIma conclusasi con quest’emozionata serata.