Trionfo del circolo bridge Oristano ai campionati regionali

Al Circolo di Oristano i campionati regionali di bridge (2)

Il Circolo bridge Oristano della SOMS, con la squadra composta da Annalisa Murgia, Giorgio Passiu, Roberto Poni, Giuseppe Scanu, Filippo Uras e Oliviero Uras, ha vinto i campionati regionali a squadre libere open di bridge.

Giocati per la prima volta online a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus, i campionati regionali di bridge hanno visto la partecipazione di 14 squadre in rappresentanza di 8 società di tutta l’isola.

Per i sei giocatori oristanesi si tratta del primo titolo regionale. Un successo inaspettato alla vigilia per la formazione oristanese, ma ampiamente meritato considerato che è stata in testa alla classifica per gran parte della competizione. Al termine di un girone all’italiana e 13 incontri, la squadra Murgia si è infatti meritatamente piazzata sul gradino più alto del podio.

Titolo regionale femminile secondo pronostico, invece, per la squadra Garavaglia dell’Ichnos Cagliari (Linda Garavaglia, Donatella Carboni, Alessandra Mulas, Paola Toriggia).

Nella classifica generale la squadra Murgia ha preceduto la squadra Garavaglia e, a seguire, il Circolo Bridge Sassari con la squadra Fiori (Stefano Fiori, Guido Bocchetta, Rosa Maura Esposito, Alessio Marras, Salvatore Piras, Amalia Terrosu, Pietro Michele Traverso) e il Circolo Bridge Cagliari con la squadra Mattana (Stefano Mattana, Liviana Orrù, Paolo Mauri e Nando Usai).

advertisement

Tra le donne secondo posto per la squadra Uda (Oristano) e terzo per il team Saddi (Quartu S. Elena).

Archiviati i campionati regionali, per le formazioni vincitrici il prossimo obiettivo sono i campionati nazionali che, a causa della pandemia, non sono ancora stati programmati, ma che, considerando la progressiva ripresa di tutte le attività, dovrebbero comunque svolgersi regolarmente. 

Intanto, nelle prossime settimane l’attività prosegue a livello regionale con tornei ancora da remoto. Compatibilmente con l’evoluzione della diffusione del virus e delle misure per contenerlo, l’attività in presenza dovrebbe riprendere a settembre con tornei e corsi riservati agli allievi.