Mahmood gira il video del nuovo brano in Sardegna

Uscirà il 18 giugno il nuovo album del cantante di origini sarde che omaggia l’isola girando il video ad Antas.

Mahmood video Sardegna Marco Corrias

Mahmood ha scelto di girare il video del suo ultimo lavoro, in uscita  l’11 giugno, al tempio di Antas, nell’area archeologica di Fluminimaggiore, nell’Iglesiente.

Le colonne del tempio punico – romano di Antas e le Dune di Piscinas di Arbus faranno così da sfondo al nuovo disco di Mahmood intitolato ”Ghettolimpo”.

Le riprese si sono svolte in totale segretezza ieri pomeriggio, in presenza del sindaco di Fluminimaggiore, Marco Corrias che ha commentato così la visita del cantante milanese:

“Uno spot pubblicitario di dimensioni mondiali per il nostro antico tempio e per l’intero territorio. Ieri ad Antas il cantante Mahmood ha girato le immagini per il suo nuovo disco. Una produzione importante, di livello internazionale, ha animato l’area del nostro bellissimo tempio per tutta la giornata. La scelta del famoso artista e della casa di produzione londinese Vevo non è stata casuale- spiega Corrias – ma nasce dalle relazioni importanti e sempre più diffuse tra Andaras, il nostro Festival del cinema di viaggio e il mondo artistico nazionale e internazionale. Mahmood ha scelto Antas e le dune di Piscinas su indicazione e consiglio del nostro direttore artistico, Joe Piras e del nostro ufficio stampa guidato da Daniela Piu. Per Mahmood e la folta troupe l’accoglienza impeccabile e gentile delle signore della Start uno.”

Il disco dovrebbe contenere ben due singoli dedicati alla madre di Mahmood, Anna Frau, originaria di Orosei.

Alessandro Mahmoud, vero nome dell’artista sardo-egiziano, ha vinto l’edizione 2019 di Sanremo col brano “Soldi”, qualificandosi poi secondo al festival Eurovision dello stesso anno.

advertisement

Nel frattempo è poi uscito su YouTube il videoclip di “Klan, con l’ottima regia di Attilio Cusani, girato in Sicilia, al museo all’aperto di Fiumara d’Arte. Klan è il terzo singolo trainante del nuovo album, dopo “Inuyasha” e “Zero“, quest’ultimo tratto dalla soundtrack dell’omonima serie tv di Netflix.

Gloria Cadeddu