Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras

Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras
Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras

Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras. Dressage: dall’incidente all’argento nel freestyle ai campionati italiani, Laura Piras su Bellissima 40 fa gioire la Sardegna

Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras
Campionati Italiani Freestyle, 2° posto di Laura Piras
Tecnica, eleganza e senso del ritmo per un’esibizione iniziata sulle note di “Bella Ciao”: così l’amazzone cagliaritana Laura Piras ha confermato in sella a Bellissima 40 il secondo posto ai Campionati Italiani di Dressage nel Freestyle F-Esperti + Gentleman. La specialità del dressage prevede figure obbligatorie che però possono essere composte in libertà e il cavallo deve seguire anche la musica che non è sottofondo ma fa parte della prova, la esalta, proprio come accade nel pattinaggio artistico.
Alla manifestazione che si è chiusa oggi presso il Riviera Resort di San Giovanni in Marignano (Rimini) il binomio del Circolo Ippico Boscovivo di Sarroch, in sella a Bellissima 40, ha confermato il secondo posto dell’anno scorso.
Questa volta Laura Piras con 67,700 è arrivata seconda alle spalle di Andrea Tommasini.
Con una differenza però, che va oltre il semplice risultato, perché Laura Piras nell’ottobre scorso aveva subìto una bruttissima caduta da cavallo. “Non riuscivo a camminare, ma un mese e mezzo dopo sono risalita in sella. Questa dei Campionati Italiani è stata la prima gara dopo l’incidente. Non avevo obiettivi, anche perché ho ancora qualche postumo dalla caduta: l’importante era rimettermi in gioco”.
Allieva di Alberto Sanna Randaccio, che la segue da quando era bambina e montava i pony, Laura Piras è diventata anche istruttrice ed è la punta di diamante di un movimento che sta fiorendo grazie anche all’attenzione e spinta della Fise Sardegna. Il tecnico spiega: “Due anni fa come selezione regionale abbiamo ottenuto il quinto posto alla Coppa delle Regioni, che non si era mai visto in Sardegna”.