Trofeo dei Nuraghi: vince Andrea Guspini su Tabor de Paule

Chi ben comincia significa che ha seminato bene: ben 280 binomi iscritti alla manifestazione che si è svolta negli impianti di Tanca Regia (Abbasanta) grazie all’organizzazione dell’agenzia Agris Sardegna e della Fise Sardegna. La prima tappa del Trofeo dei Nuraghi – Concorso A1* ha dato il via alla stagione di Equitazione con una tre giorni di gare di salto ostacoli che – pur nell’osservanza dei rigidi protocolli anticovid – ha animato il bel campo in sabbia di Tanca Regia con le prime uscite dei cavalli sardi.

I risultati

In questa prima tappa della settima edizione, vittoria di Andrea Guspini su Tabor de Paule nella C140 Gran Premio due manches. Percorso netto pure per Giovanni Carboni su Rubacuori Baio, ma con un tempo leggermente superiore. La giornata di domenica ha visto anche i successi di Enrico Carcangiu su Virgola Monteprama, nella C135 per i cavalli di 7 anni, e di Elena Lorenzoni in sella a Revolution E.H. per la C130 mista.

Sabato nella C135 a fasi consecutive, ben cinque binomi hanno fatto percorso netto, ma il più veloce è stato Gianleonardo Murruzzu su Taissa Sarda.

advertisement

Nella C130 a fasi consecutive successo del binomio formato da Giovanni Carboni e il sella italiano Ocean Girl.

trofeo dei nuraghi

Numeri record e programmi

Stefano Meloni, rieletto presidente della Fise Sardegna con maggioranza schiacciante dell’86%, ha sottolineato:

“Mai successo in Sardegna di avere 280 iscritti al primo concorso. Questo è il frutto di questi anni di collaborazione tra Regione Sardegna, Assessorato all’Agricoltura, Agris e Fise Sardegna. Sono stati fatti investimenti grossi sul comparto equestre dell’isola, gli allevatori hanno ripreso ad allevare e il settore sta viaggiando bene”.

Il direttore dell’agenzia Agris Sardegna, Raffaele Cherchi, ha detto:

“Abbiamo iniziato da Tanca Regia in una situazione a cui non eravamo abituati, con restrizioni e protocolli severi che abbiamo fatto osservare. Il Trofeo dei Nuraghi, che prevede altre quattro tappe, è un’occasione per esprimere sul campo le qualità delle migliori produzioni della Sardegna nell’ambito del cavallo da sella”.

trofeo dei nuraghi

Il dottor Cherchi ha anche anticipato qualcosa sui programmi della stagione:

“L’Agris curerà tutta la programmazione degli eventi del comparto ippico che la Regione Sardegna sostiene ormai dal 2015. I circuiti di endurance, gli stages di completo, alcuni concorsi di dressage e l’evento più importante della stagione: il Sardegna Jumping Tour, che si disputerà a ottobre e proporrà come corollario la vetrina dei soggetti di uno, due e tre anni selezionati per fare incontrare al meglio il mondo dei produttori sardi con quello degli utilizzatori. In settembre invece si svolgerà, sempre a Tanca Regia, il Premio Regionale di allevamento”.