Attività dei Carabinieri in provincia di Sassari

Diciotto denunce per percezione indebita del reddito di cittadinanza e un arresto per furto.

Attività dei Cabinieri nella provincia di Sassari

Attività dei Carabinieri in provincia di Sassari

Diciotto denunce per percezione indebita del reddito di cittadinanza e un arresto per furto.

Reddito di cittadinanza: 18 denunciati dai Carabinieri nell’hinterland di Bonorva

Di recente, i Carabinieri della Compagnia di Bonorva e delle dipendenti stazioni hanno effettuato una serie di controlli e verifiche nell’ambito di un’attività d’indagine finalizzata sul contrasto dell’indebita percezione del reddito di cittadinanza.

L’attività svolta d’iniziativa ha permesso di individuare 18 percettori che, mediante false comunicazioni agli enti competenti, hanno truffato allo stato quasi 180.000 €. Ciascuno, infatti, dichiarava residenze in seconde case ormai in stato di abbandono e, in alcuni casi, pur essendo domiciliati in altre regioni italiane. In altri casi si è potuto constatare la presenza di diversi soggetti che effettuavano lavori in nero pur ricevendo il regolare accredito mensile da parte dell’inps.

advertisement

Gli emolumenti mensili pro capite erano anche consistenti, registrando infatti un minimo di 500 euro fino a un massimo anche di 1000 euro. Inoltre, tenuto conto della proroga del beneficio a fine del primo ciclo di pagamenti, taluni sono riusciti a percepire illegalmente anche fino a 18.000 euro pur effettuando altri lavori o semplicemente rappresentando false certificazioni patrimoniali.

In un caso, i militari hanno anche denunciato cittadini extracomunitari che avevano lasciato l’italia o che vi erano giunti da poco e quindi non riunivano i requisiti minimi di permanenza sul territorio. Secondo la normativa vigente, a tutti i soggetti coinvolti sarà sospesa la fruizione del beneficio e ritirata la carta di pagamento.

attività dei carabinieri in provincia di sassari

Professionista dei furti nei supermercati arrestata ad Arzachena

Ieri pomeriggio, ad Arzachena (SS), i militari della stazione, a seguito di un intervento scaturito da una richiesta pervenuta al “112” da parte del direttore di un supermarket di viale Costa Smeralda, hanno arrestato in flagranza di reato M.A.D., rumena di 43 anni, poiché, poco prima, all’interno del supermarket, aveva asportato 7 bottiglie di alcoolici per un valore complessivo di 150 euro. Nel corso della perquisizione all’auto usata dalla medesima è stata trovata merce per un valore complessivo di 2.000 € circa, provento di precedenti furti effettuati nello stesso pomeriggio in analoghi esercizi commerciali di Olbia. La refurtiva è stata restituita agli aventi diritto.