Buon Compleanno Faber. Incontro con Don Mussie Zerai

Il porto dei migranti

Sabato 13 marzo 2021, alle ore 16:00, avrà inizio la tappa sinnaese dell’edizione 2021 di Buon Compleanno Faber, purtroppo quest’anno forzatamente online.  https://www.facebook.com/events/1525437397662455

All’interno dell’evento l’Associazione Madiba Sinnai curerà l’incontro con don Mussie Zerai (Padre Abba), che sarebbe dovuto essere ospite di persona nell’edizione del 2020, rimandata a causa dell’epidemia.

Padre Abba, il prete eritreo fondatore dell’agenzia Habeshia, impegnato da anni nel soccorso ai migranti nel Mediterraneo (nei giorni scorsi è stato prosciolto dalla Procura di Trapani, dopo tre anni, dall’accusa di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina”, nel processo che vede ancora accusati rappresentanti di tre ONG – Save the Children, Jugend Rettet e Medici senza frontiere).
Don Mussie Zerai (conosciuto anche come Padre Abba e Padre Mosè) è stato candidato nel 2015 al Nobel per la pace e, un anno dopo, inserito dalla rivista Time fra i 100 uomini più influenti del pianeta nella categoria pionieri.

advertisement

L’incontro di Sabato pomeriggio alle 17:30, all’interno della prima delle due giornate di Buon Compleanno Faber a Sinnai, l’abbiamo chiamato “È appena giusto che la fortuna li aiuti, un verso tratto dall’ultima canzone incisa da Fabrizio De Andrè, Smisurata preghiera, considerata da molti il suo testamento spirituale e inserita nell’album Anime salve del 1996.
Sarà un incontro per discutere di migrazioni, di attraversamento di confini; delle ragioni per cui si parte, scappando in cerca di libertà e sicurezza;  e della “disaccoglienza” che quasi sempre offrono l’Europa e gli altri paesi meta delle migrazioni, anche quando hanno bisogno di “braccia” da sfruttare.

L’incontro con Don Zerai, condotto dal direttore artistico di BCF Gerardo Ferrara, prevede la partecipazione dell’associazione Madiba e di due donne testimoni di cosa accade in fatto di migrazioni, discriminazioni e accoglienza: Genet W. Keflay, mediatrice culturale e presidente di Anolf Sardegna, anche lei di origine eritrea, che si collegherà direttamente dall’Etiopia dove si trova momentaneamente; e Michela Demelas, giovane studiosa e attivista sinnaese, che vive a New York, dove ha conseguito un Master in Women’s and Gender Studie, e si occupa di uguaglianza di genere e giustizia sociale.

Tutti gli eventi si possono seguire sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Museo, e dai siti www.muasinnai.com e www.sardiniatodo.com

https://www.facebook.com/events/1525437397662455
https://it.wikipedia.org/wiki/Mussie_Zerai
https://www.avvenire.it/attualita/pagine/time-chi-sono-i-100-uomini-piu-influenti
https://www.newyorker.com/magazine/2014/04/21/the-anchor
https://www.ilpost.it/2017/08/09/mussie-zerai-indagato/
https://www.meltingpot.org/La-Procura-di-Trapani-accusa-i-soccorritori-La-Iuventa.html#.YEX4j9ThBDA