Sudisti Italiani: Draghi e Conte insieme per la questione meridionale  

Napoli, 12 febbraio 2021 – “Il nostro Movimento di pensiero ‘Sudisti Italiani’, in via di costituzione definitiva, propone all’ex Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, l’incarico di Presidente onorario dello stesso.

Siamo l’unico laboratorio di progetti per la rinascita del Sud Italia” dichiara Biagio Maimone, fondatore del Movimento “Sudisti Italiani – Per l’unità d’Italia e del Movimento di pensiero ‘La Nuova Democrazia.it’, il quale aggiunge: “Riteniamo che il M5S che si autodefiniva promotore delle politiche a favore del Sud Italia ha dimostrato, entrando nel Governo Draghi, scarsa coerenza. Non per Mario Draghi, senza alcun dubbio, ma per quello che hanno sempre detto a proposito dei poteri forti e del poteri bancari. Noi riteniamo che Giuseppe Conte abbia lavorato bene e non bisogna disperdere il lavoro che egli ha svolto sinora, soprattutto per quanto concerne le politiche sociali ed il riscatto del Mezzogiorno d’Italia.

Sudisti Italiani: “Conte nostro leader? Ora, con il M5S fuori gioco, si può

Proporremo a Giuseppe Conte la Presidenza onoraria e la leadership del nostro Movimento ‘Sudisti Italiani – Per l’unità d’Italia”, in quanto anch’egli ama il Sud Italia, in quanto in esso vivono i  suoi natali”.

La pandemia ha impedito di costituire il nostro Movimento, tuttavia abbiamo lavorato per dar vita ad alcune iniziative di carattere legislativo, finalizzate al riscatto del Sud come la ‘No tax Area’. E’ nostro intento risolvere la dormiente questione meridionale, non certo per propaganda politica, ma per lo scopo primario di dare impulso all’economia del Meridione d’Italia, perché diventi,  anch’esso, motore dello sviluppo italiano e ne tragga beneficio anche l’intera nazione italiana.
Apprezziamo la statura di Mario Draghi e siamo convinti che noi ‘Sudisti Italiani’, termine che è da considerarsi un  acronimo utilizzato per definire il significato più profondo dell’impegno del Movimento  ‘Per l’ unita’ d’Italia’ possiamo collaborare, nei modi a noi più propri in quanto movimento, al fine di verificare che lo stanziamento dei fondi,  da destinare al Mezzogiorno, vada a buon fine.
Potrebbe essere Giuseppe Conte ad interfacciarsi, in nostra rappresentanza, con il Governo, forte della sua ben nota esperienza maturata come Capo del Governo italiano.
Draghi e Conte possono collaborare, in modo davvero proficuo, per il rilancio del  Nord e del Sud del nostro Paese. Essi sono due personaggi politici apprezzati dagli italiani.