Somma Vesuviana: scattano multe e controlli anti-Covid

covid Controlli a tappeto Somma Vesuviana

Emergenza Covid – scattano multe e controlli a tappeto a Somma Vesuviana.

Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano: “Multe anche di 400 euro e controlli a tappeto con pattugliamenti in tutte le zone dove sono possibili gli assembramenti”.

“Abbiamo 53 nuovi casi relativi però agli ultimi 5 giorni e dunque sembrerebbe esserci una stabilizzazione della curva anche se nella sola giornata di ieri abbiamo registrato 22 nuovi positivi, oggi 10. Abbiamo intensificato tutti i controlli sul territorio ed in particolare nelle zone a rischio assembramento.

Chiedo a tutti di rispettare le norme e dunque ricordo che siamo in zona arancione.

Non possiamo spostarci tra un comune e l’altro, dopo le ore 18 non è possibile consumare bevande all’aperto, in prossimità di locali o piazze, come invece è accaduto lo scorso fine settimana al Casamale.  C’è obbligo di mettere la mascherina sempre, anche all’aria aperta e si rischia una multa pesante anche di euro 400. Il Corpo dei Vigili Urbani, guidato dal Comandante Claudio Russo, sta intensificando i pattugliamenti anche serali. Ieri  la piazza Vittorio Emanuele III era piena di ragazzi e quasi tutti senza mascherine e pronto è stato il doppio intervento dei Vigili Urbani.

Controlli sono stati effettuati nuovamente al Borgo del Casamale ma anche in Via Milano e nelle zone periferiche di Somma Vesuviana.

advertisement

Il mio appello forte è rivolto ai genitori perché dobbiamo assolutamente evitare che i ragazzi possano andare in giro senza indossare la mascherina.

Ricordo ancora che c’è divieto di incontro a casa con persone non conviventi. In questo momento abbiamo 112 positivi attivi, di cui 2 ricoverati in ospedale, scende anche il numero di persone in sorveglianza sanitaria. Infatti, in questo momento abbiamo 124 persone in sorveglianza sanitaria”.

Il sindaco di Somma Vesuviana, con altri 12 sindaci del vesuviano ha firmato la lettera inviata al Viminale con la quale si fa richiesta di un rafforzamento delle Forze dell’Ordine sul territorio.