San Valentino 2021: le coppie sarde scelgono i pistacchi

American Pistachio_Cuore

SAN VALENTINO 2021: I SARDI FESTEGGIANO COI PISTACCHI.

Secondo una ricerca di American Pistachio Growers, il 58% dei sardi festeggerà il giorno degli innamorati con una romantica cenetta intima a casa, il 42% con lo scambio di regali e il 20% preferirà non festeggiare.

Tra i cibi salutari per il cuore, oltre 6 sardi su 10 scelgono i pistacchi, e il 68% dichiara di volerli sperimentare come ingredienti all’interno delle ricette.

American Pistachio

Febbraio 2021 Le coppie sarde amano molto San Valentino, tanto da non farsi scoraggiare nemmeno da questa difficile situazione sanitaria e, pur se diversamente, anche quest’anno proveranno a stupire la propria dolce metà nel giorno degli innamorati!

Questo è quanto emerge dalla ricerca condotta da mUp Research* per conto di American Pistachio Growers, associazione no profit che unisce i coltivatori di pistacchi americani, secondo cui saranno ben oltre 8 sardi su 10 a festeggiare San Valentino e il 61% organizzerà qualcosa di romantico e intimo nella propria abitazione.

advertisement

L’AMORE PRE E DURANTE IL COVID

Secondo i risultati della survey, i sardi non solo amano la festa degli innamorati (il 76% festeggia regolarmente) ma sostengono che possa addirittura far bene al rapporto di coppia: il 37%, infatti, pensa che il giorno dell’amore sia un momento perfetto da poter passare insieme e oltre 1 su 4 ritiene che può essere l’occasione giusta per fare emergere l’intimità e il romanticismo.

Il 32% degli intervistati ha dichiarato che l’anno scorso ha trascorso San Valentino a casa per scelta, preferendo alla solita cena al ristorante, qualcosa di più intimo; dato che è sensibilmente in crescita quando si parla dei possibili festeggiamenti del prossimo 14 febbraio (61%).

Sebbene forse contro le aspettative e complice probabilmente il maggior tempo passato insieme a causa dei diversi lockdown, per quasi 9 sardi su 10 il rapporto di coppia è nettamente migliorato: il 60% dichiara di andare maggiormente d’accordo con la propria metà e di aver imparato ad essere più disponibili l’uno con l’altra, mentre 1 intervistato su 4 afferma che il tempo passato insieme ha aiutato ad approfondire la relazione.

L’ALIMENTAZIONE NELLA COPPIA

Un altro elemento che ha unito parecchio le coppie, soprattutto in questo periodo, è l’alimentazione; anche da questa survey, emerge infatti il cibo come punto di contatto. Per la maggioranza dei sardi San Valentino è un’occasione per mangiare qualcosa che piace o di insolito e particolare: il 37% degli intervistati dichiara che lo vive come un momento di “sgarro”, è la possibilità quindi di provare cibi che generalmente non si mangiano e fare uno strappo alla dieta, ma quasi a pari merito (35%) c’è anche chi preferisce un’alimentazione sana anche durante le occasioni speciali. Esistono diversi cibi che possiedono caratteristiche salutari per il cuore, tra cui la frutta secca ricca di grassi “buoni” polinsaturi e monoinsaturi, che è di gran lunga la più gradita: oltre 7 sardi su 10, infatti la preferiscono ai cereali integrali e allo sgombro (scelti dal 42% degli intervistati).

Tra la frutta secca, in particolare, i pistacchi vantano numerose proprietà benefiche per la salute cardiovascolare e sono risultati i preferiti dal 65% delle coppie sarde. Nello specifico quelli americani, ad esempio, vantano un’altissima densità nutritiva e sono anche fonte di proteine, grassi “buoni”, fibre, vitamine e minerali che favoriscono il benessere generale dell’organismo.

1 intervistato su 2 dichiara, inoltre, di cucinare spesso insieme alla sua dolce metà: il 37% delle coppie, avendo gusti diversi, afferma che sperimentare ricette nuove in cucina è un momento di unione e di condivisione dei diversi gusti dell’uno e dell’altra; mentre il 45% dichiara di avere preferenze culinarie simili al partner e di sentirsi quindi spesso in sintonia anche in cucina.

In particolare, ben il 68% dei sardi dichiara di voler provare nello specifico a sperimentare ricette a base di pistacchi.

*Indagine condotta da mUp Research per conto di American Pistachio Growers a novembre 2020. Metodologia: 809 interviste CAWI con individui su un campione rappresentativo della popolazione italiana adulta stratificato in età compresa tra 18 e 74 anni.

American Pistachio Growers

American Pistachio Growers è un’associazione no profit del settore agricolo che rappresenta più di 800 membri in California, Arizona e New Messico. APG è governata da un consiglio di amministrazione di 18 soci ed è finanziata interamente da coltivatori e operatori indipendenti con l’obiettivo comune di promuovere le proprietà nutrizionali dei pistacchi americani. Gli Stati Uniti sono al primo posto nella produzione mondiale di pistacchio dal 2008. Per maggiori informazioni: www.AmericanPistachios.org.