Accademia del Buon Gusto: laboratorio di cucina al Lazzaretto di Cagliari

culurgiones

Mercoledì 24 febbraio 2021 alle ore 15.30, al Centro d’Arte e Cultura Il Lazzaretto di Cagliari, il primo incontro del laboratorio di cucina organizzato dall’Accademia del Buon Gusto.

Articolato in 12 moduli in cui 8 cittadine e cittadini residenti nel quartiere di S. Elia sperimentano un percorso finalizzato all’acquisizione delle competenze base per poter operare in una brigata di cucina. 

L’iniziativa nasce dal desiderio di William Pitzalis, chef del Cagliari Calcio nato e cresciuto nel quartiere, di «restituire ai cittadini le opportunità che mi sono capitate». L’iniziativa, sostenuta dalla Fondazione Giulini, si inserisce nelle attività del progetto RigenerAzione Urbana  – che vede la cooperazione di La Carovana onlus, Sardegna Teatro, Dipartimento di Architettura e Ingegneria dell’Università di Cagliari, Kitzanos e CIPM – al fine di sostenere la comunità di contesto e creare occasioni formative esperienziali e relazionali.

L’Accademia del Buon Gusto si svolge attraverso corsi pratici con postazioni individuali attrezzate, con un approccio tangibile e efficace, basato sul confronto e sull’interazione continua tra i e le partecipanti e intende fornire strumenti di base per coloro che abbiano desiderio di lavorare in n cucina. I partecipanti apprenderanno la filosofia di una brigata di cucina, le regole e la disciplina. L’obiettivo delle lezioni è trasmettere una corretta gestione della linea (preparazione degli ingredienti), l’importanza della pulizia e dell’igiene, la manualità del taglio e infine l’abilità di preparazione. 

Il primo corso è articolato in 12 incontri più uno finale, per un totale di 50 ore, finalizzati all’apprendimento delle tecniche base di cucina. 

I percorsi strutturati sono inseriti in un programma complessivo che prevede occasioni formative, capaci di produrre cambiamenti positivi, incremento della consapevolezza di sé e attitudine alla convivenza con gli altri, attraverso iniziative che, valorizzando i talenti dei singoli, favoriscano l’incremento di competenze funzionali per un inserimento lavorativo e sociale.  

advertisement

Il percorso:

Modulo 1: Le norme di igiene “HACCP” (attestato di formazione alla sicurezza alimentare). Normative 

Antinfortunistiche; Docente: GABRIELLA PISU;

Modulo 2: il mestiere del cuoco. Tecniche di base: verdura, pesce e tagli. 

Docenti: PIER PAOLO ARGIOLU e TONY PORSEO;

Modulo 3: tecniche di base: pollame, maiale, manzo. 

Docenti: GIUSEPPE FALANGA e GESUINO CABRAS;

Modulo 4: brodi, fondi e salse. 

Docenti: DANIELE CUI e DAVIDE PIRAS;

Modulo 5: incontro col pastore. Uscita didattica alla FATTORIA 

Docente: MICHELE CUSCUSA;

Modulo 6: primi piatti all’italiana: riso, risotti, pasta fresca e secca. 

Docenti: MARCELLO SANNA, MARCO ABIS, FELICE PASSIU;

Modulo 7: uova ed emulsioni. 

Docente: LEONARDO MARONGIU;

Modulo 8: la carne: cotture e accompagnamenti. 

Docenti: ALESSANDRO COCCO e FABRIZIO CARA;

Modulo 9: il mare: pesci, molluschi e crostacei. 

Docente: LUIGI POMATA;

Modulo 10: assaggiando: incontro esplorativo sull’olio extravergine di oliva. La pizza e il pane. 

Docenti: ALESSIO VARGIU e DAVIDE BONU;

Modulo 11: dolci e dessert. 

Docente: LEONILDO CONTIS;

Modulo 12: la cucina tradizionale sarda. 

Docenti: MARINA RAVOTTO e CARMELA MEREU;

Modulo 13: tavola rotonda sul futuro dei corsisti. Distribuzione attestati. Presenti tutti i docenti, sponsor e partners.