Vandalizzate a Mogoro alcune fotografie del Bifoto esposte nel centro storico

Amara sorpresa questa mattina per gli organizzatori della mostra Bifoto 2020, dedicata alla fotografia in Sardegna e inaugurata il 19 Settembre dello scorso anno.

Stefano Pia e Vittorio Cannas si sono accorti con stupore che alcune fotografie di grande formato, con le relative cornici in robusto legno, degli autori Liz Tasa e Valentina De Santis, sono state strappate dai muri del centro storico, dove erano saldamente tassellate. e distrutte con forza da ignoti.

Il dispiacere per un’azione del genere è tanto, visto l’impegno e la passione dedicati ad organizzare puntualmente la mostra ogni anno, con tantissime difficoltà tecniche organizzative e finanziarie.

advertisement

Molti mogoresi e non solo hanno manifestato indignazione per un’azione del tutto inaspettata, scrivendo sulla pagina facebok del Bifoto parole di solidarietà e condanna per questo attacco vandalistico, Inoltre le ditte “Tipografia Maya srl” e “Su Maistu de Linna” di Mogoro si sono offerte gratuitamente per ristampare le fotografie e costruire le nuove cornici.

Vittorio e Stefano, ci tengono a ribadire che non si arrendono e andranno avanti, nonostante l’amarezza, dato che il loro sforzo non può essere spazzato via da quello di un anonimo balordo che ha spezzato le foto, che saranno comunque ripristinate al più presto e sarà ancora possibile visitare le mostre della galleria espositiva a cielo aperto BìFoto, fino all’estate 2021. La mappa delle mostre è disponibile sul sito internet www.bifotofest.it

Gli organizzatori denunceranno il fatto alle autorità per poter indagare sull’autore o gli autori del gesto, anche grazie a delle telecamere della zona e per prevenire altri atti vandalici con un maggior controllo.