Gaetano Campolo si rivolge a Mattarella

Gaetano Campolo
Gaetano Campolo Ceo dell’anno per Le Fonti Awards Innovation 2020 lamenta mancanza di contenuti per il comparto sharing economy e per investimenti su Industria 4.0 e chiede un tavolo tecnico al Presidente Mattarella.
Dopo 3 giorni di discussione rispetto a questa crisi di Governo Gaetano Campolo CEO e Founder di Home Restaurant Hotel si è rivolto al Presidente Mattarella in quanto questo Governo non ha mai avuto intenzione di seguire le Agende Europee e ne fanno testimonianza anche i messaggi interscambiati con esponenti del PD che tra le mille promesse ad oggi non hanno portato alcuna soluzione.
Home Restaurant è un settore ormai legale in oltre 40 Paese al mondo e solo l’Italia non rispetta le normative in materia di sharing economy ignorando le agende europee in materia di Home Restaurant. I nostri appelli a Giuseppe Falcomatà, sindaco di Reggio Calabria, ad Orfini deputato in commissione cultura, Eugenio Marino capostruttura del Ministro Provenzano, Luigi Di Maio, e tanti altri sono risultati invani, in quanto questo Governo segue logiche di Palazzo, mentendo davanti agli Italiani parlando di pseudo vantaggi ottenuti in Europa.
Il Presidente Conte ed i suoi Ministri dovrebbero studiare il valore e le potenzialità che la Sharing Economy offre aprendo le porte del PALAZZO a giovani imprenditori che come me stanno scrivendo il futuro della ristorazione, nonostante la concorrenza sleale di aziende che stanno approfittando del vuoto normativo da noi denunciate presso il tribunale di Bologna con richiesta di giudizio anche da parte dell’Antitrust con sentenza prevista per fine febbraio 2021, ed uscire da logiche di palazzo.
Ad oggi dovrebbero vergognarsi ogni volta che parlano di Economia 4.0, Green Economy e Sharing Economy, accusa il giovane imprenditore Gaetano Campolo recentemente eletto CEO dell’anno 2020 per Le Fonti Awards Innovation 2020, in quanto stanno ostacolando l’evoluzione a favore di aziende Americani e Cinesi che stanno approfittando della poca lungimiranza dei nostri Governanti.
A tutela dei nostri 250 associati chiediamo ufficialmente un incontro con il Presidente Mattarella o che il Presidente Mattarella indichi una persona di Stato compente in materia cosi da poter rispettare l’agenda europea in materia di home restaurant.