Attività dei Carabinieri - sanzioni amministrative violazione misure anticovid

Deferimento per truffa in concorso

Lo scorso 4 gennaio, a conclusione di accertamenti esperiti a seguito di presentazione di denuncia querela, i Carabinieri della Stazione di Bortigali deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Oristano, per truffa in concorso, tre persone, un 33enne, un 59enne e un 53enne, tutti di Macomer che, in concorso tra loro, mediante artifizi e raggiri, arrecavano danno economico al denunciante con delle azioni volte a ottenere impropriamente dei guadagni a seguito della cessione – a titolo gratuito – di un’autovettura del medesimo. All’atto della formalizzazione del passaggio di proprietà voluto dal cedente poiché aveva appurato che da tempo non era stato ancora effettuato, benché fosse stato pattuito in tal senso, i nuovi possessori avevano anche avanzato richieste di denaro per dei lavori asseritamente effettuati sull’automezzo.

Deferimento per truffa e minacce

Lo scorso 4 gennaio, a conclusione di accertamenti esperiti a seguito di presentazione di denuncia querela, i Carabinieri della Stazione di Bosa deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Oristano un 41enne responsabile del reato di truffa e minacce. L’uomo, a seguito di stipula di un compromesso di vendita di una macchina agricola, si faceva versare sulla propria postepay la somma di euro 800,00, omettendo di spedire la merce al denunciante e minacciandolo che, in caso non avesse ottemperato al versamento di un’ulteriore somma, avrebbe utilizzato i suoi dati per commettere altre attività illecite.

Deferimento detenzione di sostanze stupefacenti e omessa denuncia di armi

Lo scorso 5 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Macomer, nel corso di un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, all’esito di una perquisizione personale e domiciliare d’iniziativa, deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Oristano per detenzione di sostanze stupefacenti e omessa denuncia di armi un 35enne di Macomer. Presso l’abitazione venivano rinvenuti 40,00 grammi di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, e nel contesto, a seguito di controllo delle armi regolarmente detenute, veniva constatato che un fucile sovrapposto denunciato presso quel domicilio era stato trasferito in altro luogo, senza la prescritta comunicazione all’ufficio di p.s.

advertisement

Rintraccio di straniero con espulsione da associare al c.p.r.

Lo scorso 6 gennaio, i Carabinieri del Norm-Aliquota Radiomobile della Compagnia di Macomer procedevano al controllo e all’identificazione di persona extracomunitaria che dai successivi accertamenti esperiti è risultato essere un 35enne, del Montenegro, già avvisato orale, con a carico un decreto di espulsione dal territorio nazionale della Prefettura di Oristano del 20 settembre 2020. Dopo le formalità di identificazione, il 35enne irregolare è stato tradotto presso il centro di permanenza e rimpatrio di Macomer, in attesa di procedura di espulsione.

Deferimento per truffa, riciclaggio e ricettazione

Lo scorso 7 gennaio, i Carabinieri della Stazione di Borore, a conclusione di indagini connesse alla querela presentata da cittadino del luogo, hanno deferito in stato libertà all’Autorità Giudiziaria competente 6 persone, con età compresa tra i 20 e i 30 anni, tutte di origine campana che, a vario titolo, si rendevano responsabili di truffa, riciclaggio e ricettazione. In sostanza la truffa consisteva nel proporsi quali operatori di una compagnia assicuratrice proponendo tariffe estremamente vantaggiose e facendosi versare somme di denaro per l’attivazione di contratti assicurativi r.c.a. inesistenti. Gli accertamenti hanno consentito di verificare il giro di “prestanomi” e passaggi di somme da una postepay all’altra, frutto dell’attività illecita al momento riconducibile a complessivi euro 11.667,00, per diversi “finti” contratti assicurativi proposti anche in altre parti della penisola.

Attività dei Carabinieri