Ad Oristano, nella scuola di via Solferino un ulivo ricorda la Shoah

Doveva tenersi ieri la cerimonia, ma rinviata a causa della pioggia, è stata rinviata a questa mattina e da oggi, nel giardino della scuola di via Solferino, l’Ulivo della Memoria accompagnerà generazioni di studenti, ricordando il dramma della Shoah e la lezione che la storia ha tramandato.

All’evento, hanno partecipato il Sindaco Andrea Lutzu, gli Assessori all’Ambiente e alla Cultura e pubblica istruzione, Gianfranco Licheri e Massimiliano Sanna, il Prefetto di Oristano Gennaro Capo, il questore Giusy Stellino, il comandante provinciale della Guardia di finanza Andrea Taurasi, il comandante provinciale dell’arma dei carabinieri Erasmo Fontana, la dirigente scolastica Maria Giovanna Pilloni, i docenti e gli alunni di due classi quinte che hanno animato la celebrazioni con disegni e cartelli.

L’ulivo, che prende il posto della grande e storica quercia abbattuta nei mesi scorsi perché secca, è stato piantato proprio in occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria, per tenere viva la memoria di coloro che sono state vittime delle persecuzioni antiebraiche, per non dimenticare la tragedia della Shoah e per onorare i deportati italiani nei campi nazisti, nonché i giusti che si opposero alla barbarie.

advertisement

Due alunni della scuola, hanno anche scoperto una targa con una citazione della senatrice a vita Liliana Segre: “Coltivare la memoria è un vaccino prezioso contro l’indifferenza per ricordarci che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare”.

Rosy Massa