Gioco online protagonista nella pandemia, duro colpo per il settore fisico

Gioco online

Gioco online. Il Covid-19 ha travolto come un fiume in piena tutti i settori economico-produttivi. Non ha fatto eccezione quello del gioco pubblico, che ha rivissuto l’incubo della primavera con nuove chiusure in questa fase di seconda ondata di Coronavirus.

Per il settore del gioco, da sempre di primaria importanza per l’Erario italiano, le stime degli analisti sono drammatiche. Il settore fisico perderà il 25% degli incassi nel 2020, scendendo ad una quota di raccolta di 82 miliardi massimo, a fronte dei 110 del 2019. La riduzione della raccolta ovviamente influisce sulle casse dello Stato, destinate a cedere 5 miliardi di euro: lo scorso anno gli introiti furono ben 11 miliardi.

Su questi dati in forte discesa pesano le misure restrittive.

Dai dati difatti emerge che le slot machine perderanno il 50% della loro raccolta, con il 45% delle entrate erariali. Il crollo è maggiore per le VLT, a -65% di raccolta e -60% di entrate erariali. Ancora più evidente il calo delle scommesse sportive, pari al 20%. Qui la riduzione impatta col +6% delle scommesse online.

advertisement

Perdite importanti e considerevoli anche per lotterie e giochi numerici: in questo 2020 le due categorie rinunceranno ad 800 milioni di euro per l’Erario. Si salva, manco a dirlo, il gioco online, che a fine anno dovrebbe chiudere con un salto attivo del +40%, riassumibile in una cifra pari a 100 milioni di euro. Non è un caso che i migliori casinò online italiani siano parte di questo grande risultato come confermano i grandi risultati a livello statistico registrati da Snai Casino, Betflag e dagli altri operatori di gioco ADM.

In termini di raccolta, nel prossimo quinquennio, la crescita dovrebbe essere pari al 9,20% totale.

Nel dettaglio, il gioco digitale è stato il protagonista della pandemia, soprattutto da mobile, canale che ha eletto casinò e slot machine online, cresciuti del +29% rispetto al 2019. Il gioco terrestre deve affrontare problemi peggiori, ma il settore online tiene bene botta, intendendosi con questo il settore che lavora dietro concessione ADM.

Il settore delle scommesse ha così potuto anche tirare un sospiro di sollievo, soprattutto sul fronte online, essendo praticamente bloccato il canale fisico. Il tutto grazie anche alle implementazioni del settore del betting: in molti casi sono state aumentate le opzioni per scommettere online, anche gratuitamente, o sfruttando dei bonus di benvenuto.

Il gioco online, inoltre, negli ultimi anni si è reinventato adeguandosi alle nuove tecnologie: nuovi smartphone e tablet, nuove app nate appositamente per cellulare. Un cambiamento all’insegna dell’innovazione e della sicurezza, nel pieno rispetto della privacy degli utenti.