Dieta Mediterranea elisir di lunga via

dieta mediterranea

Coldiretti Sardegna. Dieta Mediterranea elisir di lunga via.
Domani nei mercati di Campagna Amica i 10 anni del Riconoscimento Unesco.

Sarà la dieta mediterranea, con piatti, ricette ed esposizione dei prodotto la protagonista domani nei mercati di Campagna Amica, in occasione dell’anniversario dei 10 anni della sua iscrizione nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità da parte dell’UNESCO avvenuta proprio a metà novembre del 2010.

Grazie alla dieta mediterranea con i suoi piatti diversificati e legati alla tradizione locale l’Italia è il Paese che ha il record di longevità in Europa con la speranza di vita alla nascita che raggiunge il massimo storico di 82,3 anni con 80,9 anni per gli uomini e 85,2 anni per le donne, secondo una elaborazione della Coldiretti sulla base del rapporto Bes 2019.

advertisement

E la Sardegna è in percentuale, tra centenari e abitanti, una delle Regione più longeva del mondo ed è una delle cinque Blue Zone, aree del mondo con la più alta concentrazione di centenari. Le altre sono Okinawa (Giappone), Loma Linda (California), Nicoya (Costarica), Ikaria (Grecia).

Pane, pasta, frutta, verdura, carne, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari hanno consentito agli italiani e ai sardi – sottolinea la Coldiretti – di conquistare questi primati.
“La dieta Mediterranea è un elisir di lunga vita – afferma il presidente di Coldiretti Sardegna Battista Cualbu – l’alimentazione è infatti uno tra i fattori più importanti e questo grazie alle nostre eccellenze a ai nostri agricoltori che grazie al loro saper fare millenario danno vita, nel rispetto dell’ambiente, a prodotti di altissima qualità”.

La dieta Mediterranea si basa su un sistema alimentare vario riconosciuta come la migliore dieta al mondo del 2019 sulla base del best diet ranking 2019 elaborato dal media statunitense U.S. News & World Report, noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori.

Il risultato della dieta mediterranea – spiega la Coldiretti – è stato ottenuto grazie al primo posto in ben cinque specifiche categorie: prevenzione e cura del diabete, mangiare sano, benefici per il cuore, componenti a base vegetale e facilità a seguirla.

Ma la dieta Mediterranea, secondo quanto riportato nella decisione del Comitato di valutazione per il riconoscimento Unesco, è molto di più che il solo cibo ma un insieme di competenze, conoscenze, pratiche e tradizioni che vanno dal paesaggio alla tavola che promuove l’interazione sociale.

“Insomma si esalta il cibo ma anche il lavoro e la sapienza dei nostri agricoltori – sottolinea il direttore di Coldiretti Sardegna Luca Saba – un tutt’uno che da vita ad una dieta varia e unica certificata dai nostri centenari”.
Domani nei mercati di Campagna Amica sardi ci saranno le esposizioni dei piatti e dei prodotti che compongono la dieta Mediterranea.

A Sassari nel mercato dell’Emiciclo e nel mercato coperto di Luna e sole oltre all’esposizione dei prodotti sarà presentata, insieme alla nutrizionista Gloria Reggiani e all’agriturismo Sa Mandra di Alghero, una ricetta che i clienti potranno sperimentare nel fine settimana postando poi le foto del piatto nella pagina facebook Campagna Amica Nord Sardegna.

La foto che riceverà più like vincerà un pranzo nell’agriturismo Sa Mandra, con menù la ricetta presentata al mercato.
Anche a Oristano l’agrichef dell’agriturismo Sa Tanchitta di Ula Tirso presenterà nel mercato coperto di via degli artigiani una ricetta locale.

A Nuoro nel mercato di piazza Vittorio Emanuele e a Monserrato, in via del Redentore, saranno allestiti dei banchi  per l’esposizione dei prodotti inseriti nella dieta mediterranea e saranno distribuiti ai clienti le informative sulle qualità nutrizionali.