Criticità al policlinico di Monserrato

Criticità al policlinico di Monserrato
Criticità al policlinico di Monserrato

Criticità al policlinico di Monserrato. La USB,  per l’ennesima volta,  segnala alla Dirigenza del Policlinico di Monserrato che alle ormai note criticità del blocco “G” si sommano nuovi disagi del personale Infermieristico e Oss che operano al suo interno, causati dal repentino alternarsi tra reparto Covid e No.

Criticità al policlinico di Monserrato
Criticità al policlinico di Monserrato

A pochi giorni dalla chiusura e dismissione dell’area Covid, come da circolare pg/2020/19508, si assiste alla riapertura se pur temporanea.

In tutta fretta dunque l’area Covid sarà aperta utilizzando Infermieri senza alcuna preparazione specifica e con difficoltà nel reperire tutti i DPI necessari. Gli OSS del blocco “G” si trovano a sopperire alle necessità dei pazienti della Chirurgia Generale e dell’Ortopedia del Marino di recente ospitata.

advertisement

Messo a dura prova l’organico di soli tre OSS per turno di cui uno a supporto dell’Ortopedia, un solo OSS, come accaduto in un turno 22.00/07.00. La USB sostiene che il grande spirito di abnegazione e sacrificio messo in essere dagli operatori non sono sufficienti da soli.

Al solito l’Azienda è sorda alle nostre ripetute sollecitazioni sulla carenza di organico di fatto. Continua quindi imperterrita a perseguire la così detta “politica della coperta troppo corta” piuttosto che procedere con assunzioni stabili di nuovo personale infermieristico e OSS. Questo per garantire lo svolgimento delle proprie mansioni in un clima di totale sicurezza e senza ulteriori carichi di lavoro e rischi di stress da lavoro.

La USB, nel pieno rispetto di operatori e diritto alle cure migliori, chiede che sia messa in atto una organizzazione del reparto. In termini strutturali, di organico e di formazione del personale per un più corretto e attinente svolgimento delle attività, oggi più che mai improcrastinabile.