Bollettino sanitario del 16 gennaio 2021

Sono 20.730 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati oggi, 28 novembre, in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 311 nuovi casi, 171 rilevati attraverso attività di screening e 140 da sospetto diagnostico.

Si registrano 5 decessi (432 in tutto): tre donne e due uomini tra i 75 e i 94 anni. Le vittime: tre residenti nella provincia di Sassari e due rispettivamente nelle province di Oristano e Sud Sardegna.

In totale sono stati eseguiti 367.115 tamponi con un incremento di 4.189 test. Sono invece 544 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+16 rispetto al dato di ieri), mentre è di 73 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.502. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 7.102 (+353) pazienti guariti, più altri 77 guariti clinicamente.

advertisement

Sul territorio, di 20.730 casi positivi complessivamente accertati, 4.321 (+76) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 3.301 (+39) nel Sud Sardegna, 1.730 (+33) a Oristano, 3.725 (+10) a Nuoro, 7.653 (+153) a Sassari.

Intanto ieri il ministro della Salute Roberto Speranza, ha firmato due nuove Ordinanze volte a contrastare la diffusione del nuovo coronavirus.

La prima Ordinanza, dispone il passaggio nell’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e nell’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. Il provvedimento entrerà in vigore domani 29 novembre.

La seconda Ordinanza, rinnova le misure restrittive vigenti disposte con il provvedimento del 13 novembre scorso per le Regioni Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Marche, che restano in zona arancione, e per le Regioni Campania e Toscana, che restano in zona rossa.

Le Ordinanze restano in vigore fino al 3 dicembre 2020. Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni nelle diverse aree, è attualmente la seguente:

  • Area gialla: Lazio, Liguria, Molise, Provincia autonoma di Trento, Sardegna, Sicilia, Veneto
  • Area arancione: Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia,  Marche, Piemonte, Puglia, Umbria
  • Area rossa: Abruzzo, Campania, Toscana, Valle d’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano.