diritti umani

Assemini: divulgazione dei diritti umani alla Pascoli-Nivola e al mercatino civico

Il rispetto e la conoscenza dei diritti umani segna lo spartiacque tra una società civile e una società in cui regna il degrado umano e ambientale. La consapevolezza dei propri diritti nasce dove il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente è una regola dalla quale non si transige, pena la decadenza della stessa civiltà e il degrado sociale.

Questo il punto di vista dei volontari di Gioventù per i Diritti umani e della Chiesa di Scientology, impegnati a diffondere e far conoscere i trenta articoli della Dichiarazione Universale nelle scuole della Città Metropolitana.

Lavorare affinchè “i diritti Umani siano resi una realtà e non un sogno idealistico” era l’esortazione del filosofo e umanitario L. Ron Hubbard al quale si ispirano i volontari.

advertisement
Le dichiarazioni 

diritti umani“I valori dei Diritti Umani devono essere divulgati già dai primi anni delle scuole elementari – dichiara Ignazio Deriu, responsabile della Fondazione per la Sardegna – sono valori universali che se inculcati in tenera età saranno la loro guida per tutta la vita. Da quest’anno l’educazione civica sarà nuovamente materia di studio, sarebbe un’ottima scelta se i docenti mettessero al primo posto questo argomento, visto che qualcuno dei trenta articoli di cui è composta la Carta delle Nazioni Unite è sempre presente in qualsiasi momento della nostra vita”.

Naturalmente i Diritti Umani sono da divulgare anche e soprattutto tra gli adulti, dato che a loro è affidato il compito di conoscerli, rispettarli e farli rispettare; così i volontari di Olbia, nella mattinata di martedì 3 novembre, distribuiranno centinaia di opuscoli ai clienti e ai commercianti del mercatino settimanale del capoluogo gallurese. Info: www.noalladroga.it