Al via i Laboratori di Urban Center

Urban Center
Sono aperte le iscrizioni ai sette laboratori organizzati da Urban Center in occasione della settima edizione del Festival diffuso Smart Cityness, evento di riferimento in Sardegna sui temi dello sviluppo locale, dell’innovazione e della creatività nei territori. I laboratori hanno l’obiettivo di creare incontro, conoscenza e sinergia tra attori locali, appartenenti sia alla sfera pubblica che a quella privata. Per andare incontro alla situazione emergenziale in corso, quest’anno laboratori e workshop si terranno in modalità online dal 25 al 29 novembre.
Urban Center
Al link http://www.smartcityness.it/laboratori/ è possibile iscriversi ai singoli corsi e conoscere meglio gli argomenti trattati, i materiali che verranno eventualmente utilizzati e tutte le ulteriori info utili.

I laboratori:
1) Dal seme alla pianta è un laboratorio di arteterapia online di gruppo,
che attraverso l’utilizzo guidato dei materiali e secondo le tecniche dell’arteterapia, condurrà ciascun partecipante in un percorso di riflessione su di sé e le proprie risorse interne all’interno di un contesto incerto come quello che stiamo vivendo. Il laboratorio a cura di Daniela Masia (info alla fine), prevede una parte di espressione artistica sul foglio, una seconda di riflessione e confronto e una terza di condivisione dell’esperienza. Si terrà il 25 novembre 2020 dalle 17:30 alle 19:00/19:30. Link di riferimento:http://www.smartcityness.it/project/laboratorio-di-arteterapia/

2) Laboratorio di pittura online per bambini dai 4 ai 10 anni, di Daniela Masia. Si terrà il 25 novembre dalle 15 alle 16:30, per un massimo di 20 partecipanti.

3) Il laboratorio di Esercizio creativoonline condotto da Chiara Foddis (info alla fine), che ha invece come esito finale un piccolo libro autoprodotto con illustrazioni personali. Sarà aperto a chiunque, senza limiti d’età, e si terrà il 27 novembre dalle 15.30 alle 18.30.

4) Shadow tales è un laboratorio online di disegno e teatro d’ombre per bambini realizzato da Giulia Casula (info alla fine). Dedicato a bambini dai 7 ai 10 anni, si terrà sabato 28 novembre dalle 17.30 alle 19.00.

5) Pirint your dream è il workshop online rivolto a bambini e adulti per imparare a stampare su carta e stoffa. Si terrà domenica 29 novembre dalle 17.30 alle 19.30 insieme a Giulia Casula.

advertisement

6) Laboratorio online di Collage sperimentale che, dopo una fase preparatoria guidata, ha come esito finale un collage individuale. Il sesto laboratorio sarà dedicato agli adulti (massimo 10 partecipanti), sabato 28 dalle 15.00 alle 17.00 insieme a Paola Corrias (info alla fine).

7) Luisa Siddi (info alla fine), vi accompagna in un’esperienza di narrazione fotografica collettiva in cinque brevi appuntamenti online attraverso il laboratorio “Come fare un fotoracconto“. Per persone dai 7 ai 100 anni, si terrà dal 25 a domenica 29 novembre dalle 19.30 alle 20.30.

A seguire, maggiori informazioni su chi terrà i laboratori:

Daniela Masia è un’artista visiva e illustratrice freelance di Cagliari che vive e lavora tra la Sardegna e la Toscana. Il suo percorso artistico inizia dopo la laurea in Architettura, quando si trasferisce a Belfast per lavoro e segue dei corsi serali di acquarello, disegno dal vero, pittura e management dell’arte, che la spingono a proseguire gli studi in campo artistico. Nel 2018 consegue la laurea in Grafica delle Immagini, indirizzo Illustrazione presso l’I.S.I.A. di Urbino.
Come pittrice predilige esplorare forme organiche astratte, che richiamano il mondo naturale e utilizza una tecnica mista di acquarello, inchiostro, collage e china, esplorando l’equilibrio e l’armonia dello spazio visivo attraverso forme, pesi, texture e colori.
Come illustratrice ama raccontare l’innocenza e la giocosità della vita con uno stile leggero e sognante. Daniela Masia è specializzanda presso la scuola triennale di Arteterapia di Assisi, riconosciuta dall’APIART (Associazione Professionale Italiana Arteterapeuti). 


Chiara Foddis è laureata in Lingue e Letterature straniere (russa e inglese). All’attività di traduzione letteraria e alla ricerca sulle avanguardie russe, si è affiancato dal 2014 lo studio di una nuova lingua: quella dell’albo illustrato per l’infanzia e del libro d’artista. Nel 2018 è stata selezionata tra i finalisti del concorso di traduzione letteraria Raduga, e nel 2019 è stata inclusa nel catalogo della mostra di illustrazione CICLA, a Shangai (Original Illustration Exhibition of Chen Bochui International Children’s Literature Award). Organizza dal 2017 laboratori creativi di lingua straniera, dove lo studio della lingua procede al passo dell’attività artistica e creativa.

Paola Corrias nasce nel 1985 in Sardegna (Italia). Nel 2011 inizia l’attività di reportage nell’ambiente musicale cagliaritano, un’esperienza durata due anni. Si dedica inoltre alla fotografia digitale e alla sua post produzione, lavorando su mixed media e approfondendo nell’ambito di Optical, progetto personale ancora in divenire. Dal 2016 collabora con alcuni centri underground e sperimentali del tessuto fotografico di Cagliari, tra i quali Limes Gallery, collettivo di fotografi indipendenti, in cui si occupa soprattutto della componente testuale dei progetti personali. Nel 2017, insieme ai fotografi Marcello Nocera e Massimiliano Perasso, fonda SAKRA, la fanzine fotografica autoprodotta che si occupa principalmente di musica e arte contemporanea attraverso un racconto visivo e testuale. Dal 2016 al 2018 segue alcuni corsi di fotografia analogica e stampa in camera oscura presso S’Umbra, dove ha la possibilità di sperimentare e allenare il pensiero visivo senza alcuna restrizione. Da qui inizia la sua attività artistica che la vede protagonista in diverse mostre forografiche e impegnata nella realizzazione di numerose installazioni site-specific. Attualmente la ricerca di Paola Corrias si focalizza sul dialogo tra le persone, l’immagine e lo spazio e sulle modalità secondo cui la fotografia stampata possa creare altri spazi, reali o percepiti, a partire da uno spazio zero. Non solo la fotografia, ma anche le architetture fuori scala fanno parte della sua dialettica.
Luisa Siddi lavora come fotogiornalista dal 1992 e nel 2005 è cofondatrice di S’Umbra, associazione culturale che fino al 2018 accoglie e forma fotografi, organizza mostre e laboratori. Dal 2010 al 2013 dirige la rivista di fotogiornalismo autoprodotta e oggi, contemporaneamente alla sua carriera da docente di fotografia e applicazioni contemporanee delle antiche tecniche, porta avanti numerosi progetti, ultimo dei quali “MOB/ZIONE – Diario di bordo provvisovvio”, un foto fumetto che descrive il viaggio di vivere. Nelle sue opere si ispira al senso dell’esplorazione e alla volontà di trovare nuovi modi, tipici del secolo breve e delle avanguardie.


Giulia Casula (Cagliari 1977) è un’artista visiva esperta in didattica dell’arte, che vive e lavora in Sardegna. E’ docente di Laboratorio d’arte al liceo artistico Foiso Fois di Cagliari. Dopo la laurea in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Bologna e gli studi all’Esbam di Marsiglia, si è specializzata in “Arti Visive e Curatoriali” alla NABA di Milano. Nel corso della sua formazione ha partecipato a residenze e workshop con artisti di fama internazionale come Dora Garcia, Liliana Moro e Alberto Garutti in Italia e all’estero. Dal 2010 progetta e realizza laboratori d’arte per bambini e adulti e collabora con associalzioni culturali, librerie specializzate, scuole, biblioteche e fondazioni private. Nel 2016, insieme ad altri artisti, fonda nell’Ex-Liceo Artistico di Cagliari, lo studio Mezzopiano. Nella sua ricerca si occupa di arti