Usip condanna gli episodi violenti di Roma e Napoli

Usip condanna gli episodi violenti di Roma e Napoli. Dall’unione sindacale italiana poliziotti giunge ferma la condanna per la violenza della scorsa notte. “I gravissimi atti di violenza accaduti a Roma e Napoli sono da condannare duramente, senza ma e senza se” si legge nel comunicato.

Ieri a Napoli e oggi a Roma sono andate in scena gravissimi atti di violenza. Si è trattato di veri e propri premeditati atti criminali sfociati con pesanti aggressioni alle Forze dell’Ordine.

Le dichiarazioni di Constantini, segretario generale Usip.

“Quanto accaduto a Napoli e a Roma sono state delle scene di inaudita follia criminale”, dichiara il Segretario Generale dell’Unione Sindacale Italiana Poliziotti Vittorio Costantini. “Le inevitabili difficoltà economiche che il popolo italiano dovrà affrontare a causa della pandemia in corso, nulla hanno a che vedere con questo. Sono le azioni efferate messe in atto da alcuni pericolosi delinquenti. Di palese evidenza che siamo invece in presenza di gratuita violenza, perpetrata al solo scopo di provocare premeditati disordini con finalità evidentemente diverse”.

La guerriglia urbana non è nel DNA delle persone perbene che ora sono in difficoltà.

“L’agire banditesco a cui abbiamo assistito a Napoli e a Roma, non appartiene al DNA delle tantissime persone perbene. Costoro, in questo particolare momento, rischiano uno stato di grave necessità economica. A questa lo Stato dovrà inevitabilmente tendere una mano per evitare di sprofondare in una crisi economica senza ritorno” afferma il Segretario Costantini. “Quello a cui abbiamo assistito invece appartiene al DNA di criminali. Costoro, con la scusa della pandemia e di una pseudo dittatura sanitaria, hanno premeditatamente messo in atto una vera e propria guerriglia urbana. Così ancora una volta a colpire le donne e gli uomini delle Forze dell’Ordine”.

“Altri terribili moventi”.

“Dietro queste azioni violente – continua il Segretario dell’U.S.I.P.,- ci sono ben altri temibili moventi. A Napoli a scatenare la guerra contro le Forze dell’Ordine, ad incitare a quella violenza assurda, sono stati pericolosi criminali. E molto probabilmente hanno i propri loschi interessi da salvaguardare. A Roma invece – continua il Segretario dell’U.S.I.P. – è stata l’azione violenta di militanti di estrema destra. Costoro hanno messo in atto una premeditata azione squadrista, il classico clichè, purtroppo già visto. La scaturigine è da ricercare in quel pericoloso fenomeno neo fascista che negli ultimi tempi sta sempre più prendendo campo nella nostra società. Pseudo movimenti politici che nulla hanno a che vedere con la vera democrazia. Tantomento con la vera libertà. E francamente, sarebbe arrivato il momento di mettere al bando definitivamente prima che sia troppo tardi”.

“Infine conclude il Segretario Costantini affermando, il nostro plauso e tutta la nostra solidarietà va nei confronti dei tanti lavoratori di Polizia che hanno affrontato questi delinquenti senza tirarsi indietro, ancora una volta le donne e gli uomini delle Forze dell’Ordine hanno dimostrato d’essere il vero baluardo contro ogni azione eversiva, contro ogni azione violenta a garanzia della sicurezza e della libertà di tutti i cittadini”.