“In viaggio per Quartu” tour in camper per Francesco Piludu

Oggi alle ore 18.00, la prima tappa a Bellavista, Foxi e Costa di Sopra

Francesco Piludu

“In viaggio per Quartu” per incontrare i cittadini e condividere i progetti per il territorio. Parte mercoledì 14 ottobre alle ore 18.00 da Bellavista (Flumini di Quartu) il tour di Francesco Piludu candidato sindaco della coalizione del centrosinistra progressista, ambientalista e identitaria in vista delle elezioni comunali in programma domenica 25 e lunedì 26 ottobre.

A bordo di un camper, Piludu girerà la città per incontrare i cittadini  – nel pieno rispetto delle norme anti-Covid19 – per ascoltare le necessità delle zone e raccontare i punti del programma della coalizione e il progetto “Quartu rinnova sul serio”. La prima tappa arriverà a Bellavista, Foxi e Costa di Sopra.

«Da oggi inizia un viaggio quartiere per quartiere. Abbiamo deciso di visitare le zone della città durante tutta la campagna elettorale e lo faremo anche durante la nostra amministrazione. Non saranno i cittadini a dover andare in Comune, ma saremo noi ad andare e ascoltarli» ha affermato il candidato: «Le norme anti assembramento non ci consentono di organizzare incontri partecipati con un alto numero di cittadini: per questo, come stiamo facendo da oltre due mesi,  le nostre iniziative vengono trasmesse in diretta sulla mia pagina facebook per permettere anche a chi sta a casa di contribuire con commenti e proposte».

advertisement

Cultura, identidade e comunidade. Nella serata di martedì, presso l’Antica Casa Olla, il candidato sindaco ha incontrato gli operatori della cultura in città: «Dobbiamo riaprire gli spazi culturali a Quartu che sono rimasti chiusi negli ultimi dieci anni di amministrazione. Serve un lavoro di partecipazione, confronto e di programmazione delle iniziative. Dobbiamo lavorare per un vero trilinguismo con la lingua italiana accanto al sardo e all’inglese per essere attrattivi verso i turisti che vengono a visitare la nostra città. Coinvolgere i cittadini e chi opera in un settore fondamentale come quello della cultura e delle tradizioni popolari significa creare comunità e ritrovare la nostra identità» ha concluso Piludu.