De Pierro: “A Percile disponibili verso la maggioranza”

De Pierro:
De Pierro: "A Percile disponibili verso la maggioranza"

De Pierro: “A Percile disponibili verso la maggioranza”. Il movimento Italia dei Diritti fondato e presieduto da Antonello De Pierro dà la propria disponibilità a collaborare con la nuova maggioranza. “Se la stessa lavorerà nella legalità e nell’interesse dei cittadini ma l’inizio ha dato segnali diversi” si legge nella nota stampa.

De Pierro: "A Percile disponibili verso la maggioranza"
De Pierro: “A Percile disponibili verso la maggioranza”

Il 9 ottobre si è riunito per la prima volta il nuovo consiglio comunale del Comune di Percile uscito dalla consultazione elettorale del 20 e 21 settembre.

Il movimento Italia dei Diritti ha ottenuto tutti e tre i consiglieri di minoranza ricevendo il 30% dei consensi. “Si tratta di un successo considerando che la lista era composta per intero da candidati non residenti nel comune della Valle Ustica” dichiarano.

Capogruppo consiliare del movimento è Giovanni Ziantoni responsabile per Vicovaro e candidato sindaco nel comune di Percile. Al suo fianco sugli scranni dell’opposizione siederanno Roberto Porcacchia e Marco Del Monaco.

L’intervento di Spinelli.

Carlo Spinelli responsabile provinciale romano di Italia dei Diritti cerca di mettere subito in chiaro le cose sul comportamento che il movimento terrà nel comune di Percile. Spinelli evidenzia come già da queste prime battute emerga una certa superficialità da parte della maggioranza nel gestire la cosa pubblica.

“Ciò che avevo sottolineato durante il mio intervento nel comizio di chiusura della campagna elettorale purtroppo si sta avverando anche a Percile” – esordisce così Carlo Spinelli –.

Episodi di poca professionalità.

“In queste prime fasi di amministrazione Giustini abbiamo infatti assistito a diversi episodi che vanno verso questa direzione. Primo fra tutti la notifica ai consiglieri eletti della nomina mai arrivata almeno per quanto riguarda gli eletti del nostro movimento. Quindi il manifesto dove si comunicava alla cittadinanza l’avvenuta elezione del sindaco e del consiglio comunale affisso soltanto il primo ottobre ma datato 25 settembre. Inoltre l’ordine dei nomi nello stesso manifesto che non ha rispettato il numero delle preferenze prese”.

“Magari possono sembrare sciocchezze, ma tutto questo mette in evidenza come la superficialità prenda la mano agli amministratori dei piccoli comuni. E questo per la scarsa preparazione politica e per la considerazione sbagliata che si ha dei comuni più piccoli”.

Come si è svolto il primo Consiglio.

“L’ingresso nella sala consiliare – continua Spinelli – è contingentato per l’emergenza da Covid-19. Inizialmente un cittadino, consorte di una consigliera eletta, ha inizialmente vietato lui l’ingresso in aula al nostro presidente. Fortunatamente poi il presidente De Pierro è potuto entrare”.

“Infine una cosa simpatica è stata la distribuzione di un omaggio floreale per i consiglieri presenti in assise. Il cadeau però era riservato solo a quelli di maggioranza”.

Il savoir faire dell’ex Sindaco di Percicle.

“La situazione è rientrata grazie all’intervento di un ex sindaco di Percile. Dalla platea ha fatto notare la gaffe dell’amministrazione che ha provveduto donando ciò che rimaneva nel cesto (peperoncini di abbellimento ) ai tre consiglieri del nostro movimento. Ha così evitato un episodio discriminatorio nei confronti dei consiglieri dell’Italia dei Diritti”.

“Nonostante un inizio a nostro avviso abbastanza infelice della nuova amministrazione noi ci rendiamo comunque disponibili a collaborare con la maggioranza. Certo, a patto che operi nella legalità, nel rispetto dei diritti dei cittadini e nell’interesse della cittadinanza e che lo faccia con il giusto impegno”.

“Esempio di collaborazione è Vallepietra dove il sindaco Flavio De Santis sta amministrando il comune famoso per il suo Santuario dando prova di competenza e professionalità”.

” Il capogruppo consiliare Giovanni Ziantoni ed i consiglieri Porcacchia e Del Monaco sapranno sicuramente farsi valere in consiglio per il rispetto delle regole e per la tutela dei diritti dei percilesi, a loro auguro buon lavoro” conclude Spinelli.