Cagliari. Scoperta fabbrica della droga dalla Polizia di Stato

Scoperta fabbrica della droga

Polizia di Stato: scoperta fabbrica della droga. Kili di marijuana sequestrati e denunciato un 34enne.

Una vera e propria piccola fabbrica per la coltivazione, la preparazione e il confezionamento di marijuana è stata scoperta nella mattinata di ieri dagli agenti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale per la Sardegna.

Dopo aver fermato e controllato un veicolo che transitava sulla SS 130 Iglesiente in prossimità del comune di Elmas (CA), nel corso di un servizio di controllo degli esercizi pubblici, l’attenzione dei poliziotti veniva attratta dalla presenza di alcune persone all’interno di un terreno incolto, privo di recinzione nelle vicinanze del bordo della strada dove gli agenti si erano fermati per effettuare il controllo su una autovettura.

I poliziotti decidevano quindi di verificare quanto notato senza riuscire a ritrovare le persone avvistate che nel frattempo si erano allontanate all’interno di un vicino canneto dove avevano fatto perdere le loro tracce. All’interno del canneto, in un’area bonificata, gli agenti scoprivano sei vasi di grosse dimensioni con all’interno piante alte circa due metri, verosimilmente di marijuana, irrigate con l’uso di tubi in plastica.

Il ritrovamento delle piante, alcune delle quali con infiorescenza e per un peso di circa 24 chili, ma soprattutto il sistema di irrigazione utilizzato, hanno permesso ai poliziotti di seguirne il percorso sino ad arrivare a un rubinetto posto all’interno di un cortile di una abitazione privata.

I poliziotti hanno accertato che la casa era abitata da un uomo di 34 anni. Gli agenti decidevano quindi di effettuare una perquisizione domiciliare, estendendola anche ad uno studio/garage ad uso esclusivo del suddetto.

L’uomo aveva adibito il locale alla lavorazione ed al successivo confezionamento della marijuana ricavata dalla piantagione che veniva essiccata e poi confezionata in buste sigillate. All’interno dell’abitazione sono stati ritrovati in una scatola diversi rami delle piante pronti per l’essiccazione ed all’interno di un borsone altri appena essiccati e già confezionati in pacchetti per un totale di circa 10 chili di marijuana.

Nel corso della perquisizione, i poliziotti hanno trovato anche materiale idoneo per il confezionamento della droga: un bilancino di precisione, un deumidificatore e un apparecchio per creare il sottovuoto nelle buste confezionate.

Scoperta fabbrica della droga

Nascosto sotto il caminetto, nel vano solitamente adibito alla scorta di legna, gli agenti hanno inoltre trovato un sacco di plastica nero per rifiuti con all’interno altre buste di marijuana, diversi contenitori di concimi organici, un piccolo recipiente con all’interno un prodotto per la misurazione del ph, 25 grammi di hashish ed alcuni oggetti utilizzati per la frantumazione della marijuana essiccata.

L’uomo di 34 anni è stato indagato per il reato di cui all’art. 73 DPR 309/90 e denunciato all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà.