Cagliari. “I Martedì letterari al Teatro Massimo” 

martedi letterari 

Senso di spaesamento, fragilità adolescenziale, scarse possibilità di incontri e partecipazione. Questi mesi di continua emergenza sanitaria, dovuti al dilagare del virus Covid19, stanno mettendo a dura prova tutti, in particolare i ragazzi da poco tornati sui banchi di scuola e alle prese con un susseguirsi frastornante di norme e divieti.

In questa dimensione di estrema vulnerabilità, ma anche d’isolamento e pericolosa deriva sociale, l’associazione culturale Malik riparte con le attività del progetto Skillellé (selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile), per proporre con ancora più slancio ed energia una nuova serie di incontri con testimonial e personaggi della scena pubblica, inseriti nell’azione di promozione della salute intitolata “Skill4life”.

Con l’intenzione di trattare tematiche utili e importanti nella crescita dei giovani e delle loro famiglie e stimolare percorsi di vita consapevoli, a partire dal mese di ottobre e fino a dicembre, l’associazione Malik rafforza la sua collaborazione con la Libreria Edumondo e assieme a Sardegna Teatro, Florio Fuaié e Associazione Pamoja Onlus, invita a partecipare a “I Martedì letterari al Teatro Massimo” negli spazi del Fuaié, con ingresso in Via De Magistris 12, a Cagliari, sempre a partire dalle 18.30.

advertisement

 Un’occasione da non perdere in questi mesi di ritorno all’attività di studio e lavoro, che intende provare a stimolare l’attenzione dei più giovani non solo sulle materie scolastiche ma anche su argomenti che intercettano i modi di vita degli adolescenti: ad esempio, le problematiche e i comportamenti dei giovanissimi nei solitari paesi dell’entroterra, quale il futuro del mondo dell’editoria e il proliferare dei nuovi linguaggi del teatro. 

 Ad essere invitati a questi momenti di discussione, non sono solo i giovanissimi ma anche i genitori e le famiglie che, mai come in questo preciso momento storicohanno il dovere di sensibilizzarsi su tutti i fattori di protezione possibili a favore dei loro ragazzi, a partire anche dai preziosi presidi della cultura. 

L’obiettivo di tenersi informati sui temi attinenti i diritti e lo sviluppo adolescenziale, i processi relazionali, le esperienze artistico-ricreative e di cittadinanza attiva, oggi deve essere ancora più urgente e concreto, in modo da supportare autenticamente i minori nel superamento di pericolosi stereotipi ed emanciparli grazie a una crescita intellettuale ed emotiva libera e ricca di stimoli.

 Il titolo degli incontri letterari voluto dagli organizzatori “Non temiamo niente”, la dice difatti lunga sulla forza e l’energia messe in campo: “Agiamo da veri cuori impavidi per reagire all’emergenza socio-sanitaria, fuori da ogni legame e vincolo.

Per questo abbiamo pensato a un calendario d’incontri il cui obiettivo è quello di accendere i riflettori sui temi della condivisione, della partecipazione e del contemporaneo. I primi tre incontri del mese di ottobre porteranno a Cagliari ospiti decisamente interessanti dal punto di vista dei percorsi di vita ed esperienza”.  

 Martedì 13, alle 18.30, in dialogo con Renato Troffa, psicologo e docente di psicologia sociale e inclusione delle diversità, ci sarà la scrittrice Eleonora Carta. Nata a Iglesias, classe 1974, oggi l’autrice vive a Torino e, da una ventina di anni, si dedica agli studi in materia storica e antropologica nonché alla scrittura.

“Piani inclinati”, il suo ultimo libro (Piemme Edizioni) intercetta il tema della sparizione dei minori e racconta sul filo del noir la cronaca della scomparsa di alcuni bambini nei boschi del nord Sardegna.

Il vuoto, la percezione del pericolo, il senso di spaesamento e inquietudine che irrompono per la prima volta nella tranquillità di un territorio aspro e solitario, rendono le pagine del libro particolarmente interessante anche a una platea di giovanissimi. 

 Martedì 20 ottobre, alle 18.30, la scrittrice ed editor Carla Fiorentino, autrice del romanzo “I tonni non nuotano in scatola” (Fandango Edizioni), incontrerà Andrea Fulgheri, scrittore e docente di scrittura creativa, autore del romanzo “L’ingannevole cuore di un giovane vecchio” (Amicolibro). 

Un vivace incontro-scontro fra due giovani professionisti da anni impegnati nella filiera editoriale, oggi anche autori. La trasformazione del mondo-libro, già in atto prima dell’emergenza sanitaria Covid, impone oggi più che mai un ripensamento del rapporto virtuale-reale sia nelle scelte di produzione da parte degli editori ma anche in quelle della fruizione del libro stesso. 

 Martedì 27 ottobre, alle 18.30, Giulia Muroni, dottoressa magistrale in Filosofia dialogherà con Valentina Valentini, studiosa dei problemi dello spettacolo del Novecento e docente di Arti performative, elettroniche e digitali al dipartimento di Arti e Scienze dello Spettacolo alla Sapienza di Roma.

Da esperta attenta e appassionata l’autrice, che ha da poco pubblicato “Teatro Contemporaneo 1989 – 2019” (Carocci Edizioni), sottolineerà le trasformazioni dei linguaggi e delle tecniche della drammaturgia scenica, analizzando come in questi ultimi trenta anni il teatro abbia preso le distanze dalla platea dei più giovani. Un mondo che sta però provando a trasformarsi, a partire proprio dall’acquisizione dei nuovi linguaggi contemporanei, in primis le arti performative. 

 Per informazioni e prenotazioni: 345 9804109 / libreria@edumondo.it 

Ingresso libero e gratuito sino ad esaurimento posti (via De Magistris 12) 

Tutti gli incontri si svolgeranno nel rispetto delle norme e delle distanze di sicurezza. Per garantire un afflusso ordinato è importante presentarsi con leggero anticipo agli appuntamenti. 

 APPUNTAMENTI DI OTTOBRE

Ore 18.30, Fuaié del Teatro Massimo, Via De Magistris 12, Cagliari

 Martedì letterario del 13/10/2020 – h 18.30

ELEONORA CARTA presenta “Piani Inclinati” (Piemme, 2020) In dialogo con Renato Troffa

 Sinossi del libro: nel cuore di un’estate rovente, il caso di Niccolò Solinas, sette anni, scomparso dalla sua casa di Bortigiadas, in provincia di Olbia, si trasforma in un’indagine per omicidio quando il suo corpo viene ritrovato nel folto dei boschi del Monte Limbara.

Nonostante i tentativi di mantenere il riserbo per guadagnare vantaggio sugli autori del crimine, la notizia della morte del bambino arriva alla stampa e il terrore di una nuova ondata di rapimenti invade l’Isola.

L’ispettore della forestale Daniele Fois e il maggiore Linda De Falco dovranno unire le forze per andare alla ricerca del colpevole, ma da lì a poco, la notizia di una seconda scomparsa, sempre legata a un altro bambino di sette anni, sconvolgerà i silenzi di un territorio isolato e impervio. 

 Short bio: Elenora Carta, nata a Iglesias nel 1974, si è laureata in giurisprudenza all’università di Cagliari. Abbandonata l’idea della carriera forense, ha intrapreso un percorso di studi indipendente in materia storica e antropologica.

Dal 2000 ha iniziato a dedicarsi alla scrittura e dal 2011 trascorre parte dell’anno a Torino. Le atmosfere della città piemontese le sono valse l’ispirazione per il primo romanzo “La consistenza dell’acqua” edito nel 2014 da Newton Compton. E sempre a Torino è ambientato anche il suo secondo romanzo, “L’imputato”, terzo classificato al Festival Giallo Garda 2018.

Con “Piani inclinati” è tornata alla sua terra d’origine, la Sardegna, costruendo un thriller di grandissima tensione psicologica. Dal 2016 è tra gli organizzatori della Fiera del Libro di Iglesias giunto alla sua quinta edizione. 

Martedì letterario del 20/10/2020

ANDREA FULGHERI presenta “L’ingannevole cuore di un giovane vecchio” (Amicolibro, 2020)

In dialogo con CARLA FIORENTINO

 Sinossi del libro: “(…) arrivato nel mezzo del cammin della mia vita, mi son ritrovato, come Dante, nella mia personalissima selva oscura. Il senso di fallimento, d’aver buttato alle ortiche cinquant’anni di vita, di non aver realizzato neanche mezza delle aspirazioni giovanili, stava iniziando a opprimermi, anche fisicamente.

Avevo un costante dolore al petto. La mia autostima era ostacolata da alte montagne che dividevano l’ansia dalla luce. Inutile dirvi da quale parte delle montagne mi trovavo. Il senso di frustrazione mi teneva sveglio la notte e mi assonnava la mattina, quando dovevo alzarmi per andare a lavoro.

Mia moglie, povera donna, non riusciva a venirne a capo, e stava, giustamente, iniziando a stancarsi”. 

 Short bio: Andrea Fulgheri, scrittore e sceneggiatore, nasce a Cagliari nel 1968. Dal 2016 insegna scrittura creativa all’Accademia d’Arte di Cagliari. Dal 2018 è membro del consiglio direttivo e responsabile del settore scrittura dell’Accademia d’Arte di Cagliari. Nel 2019 ha pubblicato “Odissea Nerd” sette racconti originali legati a un gruppo di personaggi strampalati, coinvolti in storie funamboliche e narrati con una scrittura vivace, dalla spiccata vena umoristica. 

 Martedì letterario del 27/10/2020 – h 18.30

VALENTINA VALENTINI presenta “Teatro Contemporaneo 1989 – 2019” (Carocci, 2020)

In dialogo con Giulia Muroni

 Sinossi del libro: attraverso una selezione di spettacoli scelti in ambito internazionale, il volume indaga le performing arts nell’arco temporale a cavallo tra la fine del Novecento e i primi due decenni del Duemila, e si interroga sulla relazione tra drammaturgie artistiche e politiche, sulle interferenze fra teatro, performance art e installation art, sul paradigma del rito e del gioco nel processo produttivo dello spettacolo.

Ne emerge un paesaggio in cui i crolli delle impalcature estetiche con le quali fino a oggi ci siamo confrontati sono così eclatanti da mettere a rischio la forma teatro, il formato spettacolo, il ruolo dell’autore e quello dello spettatore. 

 Short bio: Valentina Valentini, studiosa dei problemi dello spettacolo del Novecento, insegna Arti performative, arti elettroniche e digitali all’università la Sapienza di Roma. Autrice di saggi apparsi su riviste nazionali e internazionali, ha lavorato e studiato i differenti percorsi estetici fra video, cinema e teatro analizzando autori, opere di arte elettronica e multimedia.

Ha pubblicato, tra gli altri, “Drammaturgie sonore. Teatri del secondo Novecento” (Bulzoni, 2012), “Nuovo teatro made in Italy” (Bulzoni, 2015). Ha curato la prima monografia sull’opera di Bill Viola “Vedere con la mente e con il cuore” e su “Studio Azzurro: l’esperienza delle immagini”. Dirige una collana dedicata al teatro contemporaneo ed è responsabile del network di arti performative, video e suono https://sciami.com