Al Kings porte chiuse ancora una volta per il pericolo Covid-19

Al Kings porte chiuse

Al Kings porte chiuse. A poco o nulla è servito prendere tutte le misure di sicurezza del caso, allestire le sale a nuovo per garantire il distanziamento, munire le sale di igienizzatori e personale extra per pulizie continue, ancora una volta, in questo freddo autunno in ritardo, il King’s Casinò di Rozvadov è costretto a chiudere i battenti per sicurezza.

Il King’s è ormai l’affermata cattedrale dei pokeristi e del gioco d’azzardo di respiro europeo: alla riapertura a maggio i più appassionati di giochi avevano esultato, pronti, sebbene con mascherina e tutte le misure di sicurezza necessarie, ad affrontare le sfide all’interno delle sue sale. Oggi, ancora una volta, l’amarezza di una chiusura, necessaria sì, ma comunque dolorosa.

I termini della chiusura

La chiusura per l’emergenza Covid è ovviamente a tempo determinato, ma di fatto non si sa bene sino a quando la situazione sarà così congelata. Intanto i tornei per Halloween sono sicuramente rimandati all’anno prossimo o, per gli amanti che non possono rinunciarvi saranno comunque solo online. Chissà cosa accadrà per quelli di Natale: certo è che di fatto i tempi sono stretti e le speranze, quindi, ormai davvero poche.

Il primo passo, in primavera, era stato quello di chiudere le porte ai giocatori italiani. Il provvedimento non era motivato da chissà quale antipatia, ovviamente, quanto dal fatto che l’Italia era allora il Paese del vecchio continente con il maggior numero di casi.

Rispetto a questa primavera la differenza è proprio qui: cioè nel fatto che di fatto le cose sono peggiorate anche negli altri Paesi, Repubblica Ceca compresa, e di conseguenza la chiusura ha coinvolto tutti. Il pericolo della diffusione del virus è avvertito a livello di continente, di conseguenza questa volta le misure varranno a 360 gradi per ogni giocatore.

Al Kings porte chiuse

La scelta, che sarebbe forse comunque stata presa dalla casa da gioco, viene comunque questa volta dal Governo di Praga che ha decretato la chiusura di tutti quei luoghi non necessari dove si creano assembramenti. Tra questi ovviamente ci sono i casinò.

Passione gioco, senza confini

Il gioco non è solo una passione, però, ma anche un intrattenimento che dà motivo di divertirsi, di ridere, di passare il tempo e rendere queste giornate di tensione più leggere. È proprio per questo che moltissimi player non rinunciano a giocare, anche se ovviamente si ritrovano costretti a farlo online. Via web di certo pericoli non se ne corrono affatto e si ha il grande vantaggio di essere comodamente a casa propria al caldo e in sicurezza, senza mascherine o altre fastidiose, benché necessarie, misure.

I vantaggi sono però certo anche altri: online, per esempio, si hanno normalmente molti più codici bonus casino e promozioni che permettono di risparmiare e di divertirsi in modo ancora di più spensierato. La vastità di scelta che si ha inoltre sul web è ovviamente imparagonabile, anche se parliamo di un casinò ben fornito e grande come il King’s. Le moderne grafiche e la qualità garantita oggi dai siti di casinò consentono di fare in ogni caso un’esperienza di gioco coinvolgente come si fosse davvero in sala live.