Perantoni: sbarco Alan Kurdi nel segno della solidarietà

Sea-Eye

“Lo sbarco della nave Alan Kurdi è una operazione di solidarietà necessaria, e lo sarebbe anche se non fosse prevista una terribile bufera di maestrale. La ministra Lamorgese ha agito con serietà istituzionale mentre sfruttare 125 profughi tra cui 50 minori per contestarne la politica ricalca la solita inumana propaganda leghista.

È la prima volta che in Sardegna si manifesta contro la solidarietà, che si rinnega la nostra secolare tradizione di accoglienza e ospitalità”.  Lo afferma Mario Perantoni, presidente della commissione Giustizia di Montecitorio e deputato M5S.
“Dico a Zoffili: con la tua sceneggiata al Porto di Olbia, hai dimostrato ancora una volta la tua totale estraneità all’anima dell’Isola”, conclude Perantoni.