Gavoi fra canoe e musica

Al via un altro fine settimana ricco di eventi a Gavoi da vivere tutti attorno al Lago di Gusana, con punto di  approdo e partenza presso il Porticciolo Turistico in Località Sa Valasa.

Nelle giornate di sabato 5 settembre e domenica 6 settembre è in Programma il 4° Gusana Canoa Raduno, con ritrovo per entrambi i giorni alle ore 9:00 presso il Porticciolo e partenza escursioni alle 10:00 fino al  pomeriggio.

Per entrambi i giorni sarà presente un Punto Ristoro Solidale fronte Lago il cui ricavato andrà  interamente all’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

advertisement

Per la serata di sabato 5 settembre è prevista un’escursione in notturna intorno alle 20:00 e in chiusura il  concerto degli Ilienses, organizzato da Inter-Nos Interazioni Musicali col Patrocinio di Comune di Gavoi.

La band duo composta dal gavoese Mauro Medde e dalla tonarese Natascia Talloru presenta il disco d’esordio uscito il 10 Febbraio 2020 dal titolo “Civitates Barbariae”, accompagnati dal batterista Nicola Vacca e dal tastierista Andrea Sanna.

Ospite d’eccezione il Tenore Murales di Orgosolo che eseguirà le parti  di Cuncordu presenti nel disco.

“Civitates Barbariae” è un disco autoprodotto, pubblicato dalla ILI Music degli stessi autori Mauro Medde e  Natascia Talloru.

Contiene 7 brani inediti + 1 ghost track (complessivamente circa 50 minuti di musica), tutti  scritti e composti da Mauro Medde e Natascia Talloru.

Il soggetto è la Barbagia, come territorio, come cultura e come popolo.

La musica Ilienses trasporta l’ascoltatore all’interno di un mondo che racconta, attraverso i suoni e la narrazione, la vita delle tribù di sardi dimenticati, riportando alla memoria fatti storici drammatici e significativi.

Ne esalta il loro orgoglio, la loro forza ma anche la loro fragilità davanti alle sconfitte impartite dall’insediamento degli invasori che  arrivavano dal mare.

“Civitates Barbariae” è una colonna sonora immaginaria che narra di un grande popolo con una marcata spiritualità e attaccamento alla terra, ma al contempo ne fa emergere le divisioni interne e le lotte  circoscritte agli stessi confini territoriali.

E’ l’essenza della nostra storia e del carattere della Sardegna raccontata in musica, attraverso l’utilizzo degli  strumenti tradizionali di Gavoi (tumbarinos, pipiolos, tumborro, corno, triangulu), dei campanacci di Tonara e delle voci gutturali del canto a tenore.

Il lavoro discografico dei due autori è stato preceduto da un videoclip/cortometraggio della durata di circa  10 minuti e presente su YouTube Channel finanziato dal Comune di Gavoi in collaborazione con Prociv Arci Gavoi e Inter-Nos Interazioni Musicali,

al quale hanno partecipato diversi cittadini della nostra comunità e le cui riprese sono state effettuate in località del territorio di Gavoi, come il Lago di Gusana stesso.