uilm ast terni

“Con un emendamento presentato al Decreto Agosto e la presentazione di nuova documentazione da parte di Dema, possiamo ritenere che la riunione odierna con il MiSE e il Ministero del Lavoro segni un passo importante per una positiva conclusione della procedura di ristrutturazione del debito dell’azienda“.

Lo ha dichiarato Guglielmo Gambardella, Funzionario nazionale UILM, al termine dell’incontro – tenutosi in remoto – al quale hanno partecipato: le sottosegretarie al MiSE, Francesca Puglisi e Alessandra Todde, i rappresentanti della Regione Campania e Puglia, i rappresentanti dell’INPS ed il management aziendale.

“Dopo la conclusione positiva, si dovrà necessariamente aprire il confronto sul piano industriale di DEMA, riformulato a luglio scorso – sottolinea Gambardella – per verificare le prospettive industriali e occupazionali degli 800 lavoratori campani e pugliesi dei siti di Brindisi, Benevento e Somma Vesuviana”.

“Riteniamo che tutti i posti di lavoro debbano essere salvaguardati – aggiunge. – Sarà necessario, date le difficili condizioni di mercato, tutto il sostegno e il supporto delle istituzioni nazionali e regionali per salvaguardare, anche con strumenti di ammortizzatori sociali straordinari, le importanti professionalità presenti nel gruppo aerospaziale”.

“Oltre che per le gravi conseguenze sociali – conclude – non possiamo disperdere capacità e competenze in un settore così strategico per il rilancio industriale dell’intero Paese”.

UILM - Dema