Continuità territoriale :ennesima proroga grazie al governo, grave incertezza sul futuro

Continuità territoriale

“Mentre la Regione Sardegna tergiversa e accumula vergognosamente altri mesi di ritardo, il Ministero dei Trasporti si adopera per concedere l’ennesima proroga della continuità territoriale aerea in scadenza. Questa è la realtà.

Esclusivamente grazie all’intercessione di Roma i sardi  potranno acquistare i biglietti per i voli dopo il 24 ottobre.

Tuttavia, questa concessione ministeriale è stata presentata dall’assessore regionale ai Trasporti Todde come un risultato ottenuto per meriti propri.

advertisement

Risultato che, tra l’altro, l’assessore ha comunicato a mezzo stampa ignorando in toto la richiesta di convocazione della Commissione Trasporti che ho presentato formalmente la settimana scorsa assieme ai colleghi di minoranza.

La Commissione non viene convocata da mesi ed è inconcepibile che l’assessore affidi le sue dichiarazioni ai giornalisti,  rispondendo con il silenzio alla richiesta dei consiglieri che chiedono di poter conoscere i dettagli  del bando al quale stanno lavorando gli uffici regionali.

Questa proroga non deve diventare l’ennesima scusa per continuare a perdere tempo”.

Questo l’attacco del consigliere regionale del M5S Roberto Li Gioi, vice presidente della  Commissione Trasporti, alla luce delle recenti dichiarazioni dell’assessore Todde sulla proroga  della continuità territoriale aerea sino al 31 gennaio 2021.

“Era il 12 maggio quando la Regione ha deliberato l’affidamento diretto ad un advisor esterno,  l’operatore economico OXERA consulting LLP con sede a Roma, per la fornitura di un servizio di  analisi del mercato del trasporto aereo per la definizione di un nuovo regime di continuità territoriale.

E da allora non abbiamo avuto più notizie sugli sviluppi. È arrivato il momento che l’assessore Todde riferisca in Commissione le motivazioni per le quali, nonostante la nomina dei super esperti, la Regione è arrivata in ritardo alla scadenza del 24 ottobre.”

“Quali sono le difficoltà oggettive che hanno sinora impedito la stesura definitiva del bando di continuità territoriale aerea? Quali sono gli aspetti sui quali si è arenato lo staff arruolato dalla Regione? Quali sono i modelli di continuità territoriale al vaglio della Regione?

Per quale motivo l’assessore Todde non convoca la Commissione Trasporti per fare il punto sul lavoro svolto nella sede preposta a tali argomentazioni? , incalza l’esponente pentastellato.

“Dobbiamo ricordare – sottolinea Li Gioi – che se, ipoteticamente, il bando fosse pronto entro ottobre, i tempi tecnici non consentirebbero la partenza del nuovo regime da inizio anno in quanto lo stesso deve essere pubblicato per 180 giorni prima di entrare in vigore.

Un aspetto che, come sottolineato dal Presidente di Federalberghi, metterà a rischio anche le prenotazioni dei voli per la stagione 2021.

L’inaccettabile inerzia e l’assoluta mancanza di programmazione della maggioranza sardo-leghista stanno mettendo ancora una volta seriamente in pericolo l’economia della nostra isola”

Continuità territoriale