Circus Maccus

Lo spettacolo: “Circus Maccus”

Ouverture domani, venerdì 25 settembre, alle 18 con “Circus Maccus”, storico spettacolo-manifesto dell’omonima compagnia fondata e diretta da Virginia Viviano (che firma drammaturgia e regia) della pièce emozionante e coinvolgente ispirata all’universo felliniano.

Un ideale viaggio “sotto il tendone” in compagnia degli artisti del circo che (si) raccontano tra ironia e poesia.

Gli attori

Sotto i riflettori:

advertisement
  • Marta Proietti Orzella (che interpreta Leo, l’impresario);
  • Daniele Pettinau (alias Daniel Javenco);
  • Alessandra Piga (nel ruolo di Rosa Lee);
  • Paola Turata (Peggie);
  • Andres Gutierrez (Il Marinaio Giocoliere);
  • Silvia Sarritzu (La Contorsionista);
  • Monica Ledda (La Ballerina sul Filo inesistente) tra monologhi e danze, numeri acrobatici e di giocoleria, in un’avvincente mise en scène tra «glamour e romanticismo.

Circo in Villa 2020

Visioni d’artista nel segno del nouveau cirque con “Circo in Villa” 2020 – la nuova rassegna di respiro internazionale che arricchisce la programmazione del CeDAC con una panoramica sulle molteplici e differenti declinazioni di quest’arte “giovane” e affascinante: il circo contemporaneo fonde teatro e danza, acrobazie e clownerie, musica e magia, per inventare un nuovo linguaggio, quale moderna evoluzione dell’arte circense, capace di suscitare stupore e meraviglia, reinterpretata in chiave contemporanea tra esercizi virtuosistici e giochi di luci e ombre per il divertimento di grandi e piccini.

Il programma dal 25/09 al 03/10

Sei i titoli in cartellone da venerdì 25 settembre fino a sabato 3 ottobre con alcune delle compagnie e degli artisti più interessanti e originali del panorama nazionale (e isolano) – dall’intrigante galleria di personaggi del “Circus Maccus” di Virginia Viviano a “PopBins” con gli irresistibili Jashgawronsky Brothers, e ancora “La Commedia del Tango” in tutta la sua “meravigliosa leggerezza” con Los Guardiola, ovvero Marcelo Guardiola e Giorgia Marchiori, il fantastico “Omino della Pioggia” di e con Michele Cafaggi per la regia di Ted Luminarc, per chiudere in bellezza con Nando e Maila (al secolo Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani) tra il fascino di una “Sonata per tubi” e l’omaggio alla grande tradizione russa con “Kalinka”.

26 settembre: “PopBins”

“Circo in Villa” 2020 prosegue sabato 26 settembre alle 18 con “PopBins” degli irresistibili Jashgawronsky Brothers: dalla natia Armenia, Brother Pavel, Brother Francis, Brother Suren e Brother Richard portano in giro per l’Europa la loro originale “musica del riciclo”. Una performance travolgente in cui «gli oggetti comuni acquistano una nuova dimensione fantastica e comica»: nascono strumenti come la batteria da cucina e il sax innaffiatoio, il bassotuba imbuto e la trombatubo, ma gli istrionici artisti sanno “suonare” anche sacchetti di patatine e bottiglie, grattugie, coltelli e scope. “PopBins”– con la regia di Diego Carli – fin nel titolo “gioca” con i bidoni della spazzatura, per sovvertire la tradizionale idea dei “rifiuti” in un divertissement in chiave pop.

27 settembre: “La Commedia del Tango – Meravigliosa leggerezza!”

Sensualità e pathos domenica 27 settembre alle 18 con “La Commedia del Tango – Meravigliosa leggerezza!” di e con Los Guardiola – alias Marcelo Guardiola e Giorgia Marchiori: un appassionante racconto per quadri ispirato ai capolavori della storia del popolare ballo argentino, reinterpretati dai due danzatori, mimi e attori in un affascinante carosello di emozioni. Un percorso nei labirinti della mente e del cuore, un invito a riflettere sulla fragilità e volubilità con un affresco di varia umanità – tra vizi e virtù – al ritmo sincopato di “un pensiero triste che si balla”. Lo spirito del tango rivive sulla scena tra le molteplici sfaccettature e le sottili sfumature di una danza che rappresenta anche un modo di vivere e pensare – abbandonandosi al fuoco della passione.

1 ottobre: “Omino della Pioggia”

Un incantevole “Omino della Pioggia” – giovedì 1 ottobre alle 18 – per un sogno ad occhi aperti tra mille bolle di sapone: Michele Cafaggi (Premio Nazionale Franco Enriquez 2016) interpreta le poetiche avventure di un personaggio misterioso, un moderno clown alle prese con gocce d’acqua e fiocchi di neve. “La Fantasia è un posto dove ci piove dentro” spiega il sottotitolo dello spettacolo “senza parole” adatto a grandi e piccini, che rivela «la magia delle piccole cose». Tra atmosfere oniriche e deliziose invenzioni l’“Omino della Pioggia” si confronta con la complessità del mondo e il senso dell’esistenza con grazia e leggerezza e il piacere fanciullesco della meraviglia.

2 ottobre: “Sonata per tubi”

Classici accenti e scoppiettanti gags – venerdì 2 ottobre alle 18 – con la “Sonata per tubi” della Compagnia Nando e Maila (al secolo Ferdinando D’Andria e Maila Sparapani) che eseguono celebri melodie utilizzando dei semplici tubi di plastica e via via i diversi attrezzi circensi, trasformandoli in strumenti musicali. Una pièce coinvolgente che insegna a guardare oltre le apparenze per scoprire la “voce” degli oggetti: “Sonata per tubi” è uno spettacolo-concerto in cui si mescolano acrobazie, giocoleria e musica. «Ogni cosa che tocchiamo o facciamo emette suono: sia gli attrezzi di circo, che il palco, che noi stessi» sottolineano gli artisti e infatti la scena si riempie di hula hoop sonanti, clave che diventano sax e diaboli sonori, per il divertimento di grandi e piccini.

3 ottobre: “Kalinka”

“Circo in Villa” 2020 si chiude in bellezza – sabato 3 ottobre alle 18 – con “Kalinka”, fortunato spettacolo della Compagnia Nando e Maila che mette in scena, tra suggestioni “felliniane” e rimandi alla grande tradizione sovietica, “Il Circo Russo come non l’avete mai visto”. Un intrigante viaggio “dietro le quinte” in compagnia di Mascherpa, sedicente e alquanto “sgangherato” impresario e della primadonna Maila Zirovna, reduce (a suo dire) dai prestigiosi palcoscenici e dalle tournées internazionali del circo sovietico. Nell’incontro-scontro tra i due personaggi – figure emblematiche del circo tradizionale – nascono screzi, incomprensioni, perfino dispetti, in una drammaturgia rigorosa e ludica, fatta di ironici e buffi duetti tra musica e danze, che si tinge di tenerezza e poesia.

Organizzazione

Circo in Villa 2020 – la I Rassegna Internazionale di Circo Contemporaneo in programma a Villa Pollini a Cagliari – è organizzata dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo dal Vivo in Sardegna con il patrocinio e il sostegno del MiBACT e della Regione Sardegna e con il patrocinio del Comune di Cagliari, con la preziosa collaborazione della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna e con il contributo della Fondazione di Sardegna e l’apporto di Sardinia Ferries che ospita sulle sue navi artisti e compagnie in viaggio per e dalla Sardegna.

circo in villa - circus maccus

Informazioni e prezzi

Ingresso 2 euro (indispensabile la prenotazione).

Per informazioni e prenotazioni: